La Guardia di Finanza festeggia il suo Santo patrono San Matteo

Nella mattinata odierna, nella suggestiva cornice della Cappella Maggiore del Seminario Vescovile di Caltanissetta, le Fiamme Gialle nissene hanno celebrato la solennità di San Matteo, apostolo ed evangelista, proclamato Santo Patrono del Corpo nel 1934 ad opera di Papa Pio XII.

La funzione religiosa, che si è svolta nel rispetto delle disposizioni emanate dalla Conferenza Episcopale Italiana in materia di contenimento dell’epidemia da COVID-19, è stata officiata da Sua Eccellenza Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta, e ha visto la partecipazione delle massime Autorità locali e di una rappresentanza di militari del Comando Provinciale e dei Reparti dipendenti, nonché dei Presidenti delle Sezioni di Caltanissetta e Gela dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

In concomitanza con la festa del Santo Patrono, la Guardia di Finanza celebra anche la “Giornata della Memoria” per ricordare ed onorare i militari del Corpo che si sono sacrificati nell’adempimento del dovere e, nel corso dell’omelia, S.E. il Vescovo, oltre a tratteggiare la figura dell’apostolo Matteo, ha voluto riservare loro un particolare ricordo nella preghiera.

Con la celebrazione odierna, conclusasi con la lettura della “Preghiera del Finanziere”, le Fiamme Gialle nissene hanno rinnovato il proprio atto di affidamento a San Matteo, confidando nella sua particolare vicinanza e intercessione a tutela della propria vita personale, familiare e professionale.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: