Il Codacons chiede chiarimenti alle autorità locali sulla chiusura anticipata per pasticcerie e gelaterie

CALTANISSETTA – A seguito delle segnalazioni pervenute dalle pasticcerie nissene Bilardo, Marotta, Papa, Stella e Miracolini, il Codacons di Caltanissetta chiede alle autorità locali competenti chiarimenti in ordine all’interpretazioni dell’ultimo Dpcm che consente le attività dei servizi di ristorazione (quali pasticcerie, gelaterie, bar, pub, ristoranti) dalle ore 05:00 fino alle ore 18:00. I dubbi interpretativi delle suindicate pasticcerie nascono dalla mancanza di risposte certe sulla possibilità di rimanere aperte oltre la chiusura anticipata prevista dal Dpcm e fino al normale orario di chiusura, ovvero le ore 21:00, svolgendo queste ultime unicamente attività di vendita con asporto senza la somministrazione ai tavoli (codice ATECO 56.10.30). Per le imprese di pasticceria e gelateria, infatti, la restrizione di orario si traduce in una assurda disparità di trattamento a vantaggio di altre tipologie di vendita degli stessi prodotti con il pericolo di provocare la chiusura definitiva delle attività che rispettano rigorosamente le misure di sicurezza per difendere la salute dei cittadini. “Così si colpiscono nuovamente le nostre aziende che hanno già subito i pesanti effetti delle chiusure durante il lockdown”, dichiarano gli esercenti. A tutela degli interessi e dei diritti della categoria dei pasticceri, i legali della sede provinciale del Codacons di Caltanissetta di Via G. Faletra n. 30, Avv. Daniela Dell’Utri e Avv. Giuseppe Orlando, chiedono alle autorità competenti di fornire i chiarimenti necessari per consentire il regolare
svolgimento di tali attività onde evitare ulteriori ripercussioni negative a loro danno.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: