Giornata Europea delle Fondazioni, anche Ebbene ricorda l’impegno delle oltre 147.000 Fondazione ed enti filantropici europei

Ebbene celebra oggi la Giornata Europea delle Fondazioni 2020, che unisce fondazioni ed enti filantropici da tutta Europa nel ricordare il loro ruolo e impegno nel raggiungimento del bene comune. Giunta alla sua ottava edizione, l’iniziativa, lanciata da DAFNE (Donors and Foundations Networks in Europe), la rete di terzo livello che riunisce le organizzazioni di supporto alla filantropia di 28 Paesi europei, è promossa congiuntamente in Italia da Acri, l’associazione italiana delle fondazioni di origine bancaria, ed Assifero, l’associazione delle fondazioni di famiglia, di impresa e di comunità ed altri enti di filantropici.

«Nella ricostruzione di un Paese che si è riscoperto fragile – spiega Edoardo Barbarossa, Presidente della Fondazione Ebbene – il contributo delle Fondazioni è certamente fondamentale, perché capaci di guardare allo sviluppo e al futuro partendo dalle Comunità. Ed è proprio il progetto costruito intorno alle Comunità, alle persone e ai luoghi che farà la differenza e ci permetterà di affrontare la crisi senza lasciare indietro nessuno».

«Con Ebbene – continua Barbarossa – abbiamo sperimentato e consolidato, da ormai otto anni, un approccio che fa delle comunità e delle persone il centro delle azioni che promuoviamo in tutta Italia. Mettiamo in campo quotidianamente azioni concrete a servizio del Paese, accompagnando lo sviluppo dei territori in un’azione più ampia di coesione sociale. Celebrare la Giornata delle Fondazioni significa soprattutto riconoscere il nostro ruolo come parte attiva nella crescita e nello sviluppo sostenibile del Paese».

In occasione della Giornata Europea delle Fondazioni, Fondazione Ebbene ha aderito al contest fotografico Focus Philanthropy-Che cosa è la filantropia in Italia?, lanciato da Assifero e Acri, nato da un’idea del Russian Donors Forum e portato avanti a livello europeo da DAFNE.

Lo scatto di Ebbene racconta una giornata di Dono in cui i bambini che frequentano il Polo Educativo di Villa Fazio di Librino, luogo simbolo di cultura e riscatto sociale, hanno donato il loro tempo per prendersi cura di un’aiuola, insegnando loro che la bellezza sta nei piccoli gesti, che la responsabilità sta nell’azione di cura quotidiana, che la cultura passa anche dal rigenerare ciò che spesso è abbandonato, offrendo una nuova vita.

Anche questo significa essere Fondazione, rigenerare persone e luoghi per costruire comunità.

I vincitori di Focus Philanthropy saranno annunciati durante l’evento Single Market for Public Good – How can we unleash private resources for European solidarity?, organizzato da Philanthropy Advocacy, un’iniziativa congiunta di DAFNE e EFC, che si terrà online oggi alle 16.30. Esplorare come le istituzioni e gli Stati membri dell’Unione Europea possano liberare il potenziale della filantropia, rendendola sempre di più un partner fondamentale di un’Europa socialmente, economicamente e dal punto di vista ambientale resiliente, e approfondire nuove modalità di collaborazione strategica per rafforzare la solidarietà europea transnazionale sono gli obiettivi di questo incontro, a cui prenderanno parte leader e esperti del settore filantropico e alti rappresentanti delle istituzioni europee.

Infine, in occasione della Giornata, si tiene in 50 città del nostro Paese “RisuonaItalia. Tante piazze, una sola comunità”, concerto simultaneo di orchestre giovanili, promosso da Acri e realizzato in partnership con TGR Rai, che si apre alle ore 11 con l’”Inno alla gioia”, l’inno ufficiale dell’Unione Europea. L’iniziativa vuole essere un’esortazione a ripartire tutti insieme all’insegna della solidarietà e lo spirito di comunità.

 

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: