Evento di chiusura della mostra di Silvio Benedetto e Silvia Lotti al Centro Culturale “MIchele Abbate” di Caltanissetta

CALTANISSETTA – Domenica 24 marzo alle 17:00 la Città di Caltanissetta, che ha ospitato le opere pittoriche del maestro Silvio Benedetto e di Silvia Lotti presso la Sala Espositiva del Centro Culturale Polivalente “Michele Abbate”, saluterà i due artisti con un evento curato da Giovanna Caruana. La sala del “Michele Abbate”, allestita con le due mostre, ospiterà un incontro-conferenza con Silvio Benedetto e non mancherà un intervento musicale a cura della cantautrice sancataldese e del chitarrista nisseno Mario Ferrara, i quali si esibiranno in un concerto con canti tradizionali siciliani e del Sudamerica e brani inediti.
Silvio Benedetto, artista italo-argentino di fama internazionale, è noto per la sua intensa attività artistica e per le innumerevoli opere pittoriche, muralistiche e scultoree in tutto il mondo (in Italia sono famosi i suoi murales nelle Cinque Terre e a Campobello di Licata, in Sicilia), ma anche per il suo grande contributo al teatro come regista
del suo noto “Teatro negli appartamenti”, che lui stesso ha diffuso in Italia negli anni ’70. Silvia Lotti, artista ligure, muralista, ceramista, autrice di racconti e fiabe che lei stessa illustra oltre che di diversi monologhi che recita a Roma per il “Teatro negli appartamenti” di Silvio Benedetto, recentemente ha esposto le sue opere a La Spezia ed è in procinto di esporre alla Martinelli di Roma.
Giovanna Caruana e Mario Ferrara, (nella foto) musicisti ormai noti a Caltanissetta ma non solo, provengono entrambi da una formazione classica e insieme fanno rivivere, attraverso la loro musica e i testi scritti dalla stessa Caruana, le tradizioni popolari e i temi cari alla Sicilia, terra di lavoro, emigrazione, passionalità e amore. Nel concerto con cui renderanno omaggio a Silvio Benedetto e Silvia Lotti, proporranno un viaggio tra la Sicilia e il Sudamerica, con canzoni tipiche del “sentire” di questi due luoghi, legati tra loro dal filo rosso dell’emigrazione (Giovanna Caruana è stata in Argentina già due volte con l’associazione La via del mare, portandovi il suo canto). Nel finale, ci sarà un brindisi tra gli artisti e tutti gli amici giunti da più parti a salutarli, con l’augurio di un arrivederci a presto.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: