Operazione “De Reditu”, i Carabinieri eseguono ordine di carcerazione per 15 persone

CALTANISSETTA – Questa mattina i carabinieri del Comando Provinciale di Caltanissetta hanno dato esecuzione agli ordini di carcerazione emessi il 10.02.2022 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Caltanissetta, nei confronti dei soggetti sotto elencati, condannati in via definitiva, a vario titolo, per i reati di associazione di tipo mafioso, omicidio, estorsione, detenzione e porto illegale di armi, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e traffico di sostanze stupefacenti, con l’aggravante del metodo mafioso.

I provvedimenti sono stati emessi a seguito del rigetto da parte della corte di cassazione, nell’udienza del 09.02.2022, dei ricorsi presentati dai soggetti condannati dalla locale corte di appello, tratti in arresto nell’ambito dell’operazione “De Reditu”. L’indagine, condotta dal Nucleo Investigativo Carabinieri di Caltanissetta dal 2014 al 2017, ha consentito di far luce sulle attività illecite commesse dagli appartenenti alla famiglia mafiosa di cosa nostra riesina, nota come clan “Cammarata”, compresi alcuni gravi fatti di sangue verificatisi negli anni 90 nel corso della guerra di mafia per il predominio sul mandamento mafioso di Riesi.

A conclusione delle formalità di rito gli arrestati sono stati associati presso le case circondariali di Catania Bicocca, Trapani, Palermo Pagliarelli e Caltanissetta.

1. Altovino Calogero classe 1981, residente a Riesi (CL), attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, condannato ad anni 8 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

2. Di Buono Giuseppe classe 1985, residente a Riesi (CL), condannato ad anni 7 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

3. Fantauzza Daniele classe 1982, residente a Riesi (CL), attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, condannato ad anni 20 per associazione mafiosa, estorsione, artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90, detenzione abusiva di armi;

4. Fantauzza Ezio classe 1988, residente a Riesi (CL), condannato ad anni 7 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

5. Ficicchia Angelo, classe 1954, residente a Butera (CL), condannato ad anni 7 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

6. Ficicchia Gaetano, classe 1989 residente a Riesi (CL), condannato ad anni 8 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

7. Ficicchia Rocco, classe 1958, residente a Riesi (CL), condannato ad anni 8 e mesi 8 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

8. Lombardo Gaetano, classe 1951 residente a Riesi (CL), attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, condannato ad anni 6 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

9. Marotta Rosario, classe 1978, residente a Mazzarino (CL), attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, condannato ad anni 6 per artt. 73 e 74 d.P.R. 309/90;

10. Montedoro Giuseppe, nato a Riesi (CL) il 04.04.1964, ivi residente, attualmente sottoposto al regime degli arresti domiciliari, condannato ad anni 2 per estorsione;

11. Forcella Gaetano, classe 1974, residente a Riesi (CL), attualmente detenuto presso la casa circondariale di Palermo Pagliarelli, condannato ad anni 20 per omicidio;

12. Cammarata Giuseppe, classe 1977, residente a Muggiò (MB), attualmente detenuto presso la casa circondariale Viterbo, condannato all’ergastolo per associazione mafiosa, estorsione, omicidio;

13. Li Vecchi Gosolino, classe 1961, residente a Novara, attualmente detenuto presso casa di reclusione di Spoleto (PG), condannato ad anni 20 associazione mafiosa, estorsione, omicidio;

14. Amorelli Michelangelo, classe 1973 residente a Riesi (CL), attualmente detenuto presso la casa circondariale di Prato, condannato ad anni 10 e mesi 8 per associazione mafiosa ed estorsione;

15. Arlotta Carmelo, classe 1970 residente a Muggiò (MB), attualmente detenuto presso la casa circondariale di Roma Rebibbia, condannato ad anni 14 per omicidio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.