Chiusa per covid casa di riposo. Il sindaco ordina il trasferimento degli anziani all’ Rsa

CALTANISSETTA  – E’ stata appena firmata l’ordinanza di sgombero della struttura per anziani “Chiara Luce” . Il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino ha disposto su imput dell’ asp che i 10 anziani dei quali 8 positivi vengano alloggiati nella Rsa dell’Asp nissena. La storia parte venerdì che dopo aver accertato i casi id positività anche di alcuni operatori che sono tornati nelle loro abitazioni in quarantena. E’ rimasta una sola operatrice in turno Rosanna Anzalone tra l’altro negativa fino a prova contraria da ciò che racconta la sorella. Qualche ora addietro la donna stremata ha scritto un post su facebook in cui chiedeva aiuto “Mi sento esausta, sequestrata, allo stremo delle forze scrive la donna” . Questa mattina l’operatrice è stata visitata dal 118 che però non ha ritenuto di doverla ricoverare.

“Ho appena firmato l’ordinanza di chiusura della casa di riposo –dice Gambino- la decisione è stata presa alle 16.00 di oggi dopo aver ricevuto la richiesta di chiusura da parte del dottor Francesco Iacono dirigente medico dell’Asp alle ore 13,50 confermata successivamente da una nota del direttore generale del direttore sanitario dell’Asp ricevuta alle 16,18 durante lo svolgimento del Coc a cui ha partecipato anche il Dottor Benedetto Trobia.” Il sindaco ha inoltre specificato che prima delle note inviate dall’Asp non si sarebbe potuto mettere in atto alcun provvedimento. Del fatto si è interessata anche la consigliera comunale del Pd Annalisa Petitto che ha inviato una nota al sindaco, qualche giorno addietro. “Ancora e per l’ennesima volta l’incapacità e l’inadeguatezza dei vertici dell’ASP e del Sindaco Gambino, quale responsabile della salute pubblica, è manifesta -scrive la consigliera del Pd-”

Sulla vicenda interviene anche il direttore generale dell’Asp Alessandro Caltagirone più che altro in risposta alle accuse di inedia da parte dell’azienda sanitaria della consigliera Petitto.

“Precisiamo fin da subito che la struttura non è convenzionata con l’Asp e, in quanto qualificabile come socio sanitaria, afferisce al servizio sociale del comune di Caltanissetta; tuttavia l’Asp, -scrive Caltagirone- di concerto con sindaco, prefetto e forze dell’ordine, si è subito attivata per rispondere alla richiesta di aiuto. I medici dell’Usca di Caltanissetta hanno effettuato un sopralluogo per valutare le condizioni di salute di tutti gli ospiti della struttura. Si tratta di pazienti anziani positivi al covid che non necessitano di ricovero ma delle misure di contenimento covid-19 e di un’assistenza costante e continua.”

“Ricordiamo al consigliere Petitto, qualora lo ignorasse, -continua Caltagirone- che rientra tra gli obblighi del Direttore Responsabile della Casa di Riposo, nella qualità di datore di lavoro, sostituire il personale assente e non certo all’Asp. Ciò nonostante l’Azienda sanitaria non ha certo voluto sottrarsi alla richiesta di supporto ed è intervenuta eccezionalmente ed in modo straordinario con il proprio personale.”

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: