“Air de France” per gli studenti del liceo classico

CALTANISSETTA – Sono tornati da qualche giorno gli studenti del Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” dallo Stage linguistico PON C1 FSE 2007-2013 “Destination: Français” che ha coinvolto 17 alunni, che hanno avuto l’opportunità di respirare, per un mese intero, l’aria francese: i ragazzi, provenienti dalle classi III e IV delle sezioni A e B Linguistico, hanno trascorso quattro settimane a Nizza, nel sud della Francia.
Per 28 giorni gli studenti hanno avuto l’opportunità di assaporare la vita d’oltralpe: ospiti di famiglie del posto, hanno frequentato tutte le mattine un corso, al fine di migliorare le capacità linguistiche e ottenere una preparazione adeguata per sostenere l’esame Delf B2, ma hanno anche visitato il paese con una scelta di mete suggestive come Nizza, ovviamente, ma anche Annecy, la casa di Renoir nel piccolo villaggio di Cagnes-sur-Mer, la casa di Picasso ad Antibes, Eze.
Per una conoscenza globale della cultura francese a Nizza non è mancata una visita al Museo Chagall, che dalla Bielorussia ha scelto la Francia come sua patria d’elezione, e al Mamac, il museo di arte contemporanea, con una puntatina ad Aix-en-Provence e Avignone. Infine, al confine con la Germania, Colmar e Strasburgo.
Uno sguardo più internazionale il viaggio lo ha avuto anche grazie alla visita della sede dell’ONU a Ginevra e al più frivolo Principato di Monaco. Tutto si è concluso con Parigi, la città dei Musei, delle Gallerie, dei grandi viali, frenetica e fascinosa, piena di bellezze straordinarie.
Sicuramente, del mese trascorso in Francia gli alunni avranno molto da raccontare non solo dei magnifici luoghi visitati o della soddisfazione nel constatare il miglioramento della competenza linguistica e comunicativa ma anche e soprattutto delle avventure e grandi emozioni vissute. Vivere un mese in un paese straniero, presso famiglie straniere, è una delle esperienze più forti e indimenticabili che si possano vivere nell’adolescenza. Sviluppare il senso dell’ adattamento per imparare a gestirsi in modo autonomo, abitare in una grande città, spostarsi con i mezzi pubblici, tram, TGV, aereo, evitare situazioni potenzialmente pericolose non è spesso facile. Ma imparare ad apprezzare ogni singolo istante e decifrare ogni singola emozione, provare soddisfazione nel sentire come meritata un’esperienza che è la ricompensa di un anno di studio intenso, o ancora fare nuove amicizie e condividere le giornate i propri compagni di viaggio, appaga come non mai e fa sentire cittadini attivi dell’Unione Europea.
Gli studenti del PON, coordinato dalla Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone, sono stati accompagnati dalle prof.sse Marie Antoinette Bonsangue, Anita Cirneco, Laura Giannavola, Carmen Piazza, che si sono alternate nel percorso.
Questi gli studenti partecipanti: Fiorino Elisa, Macaluso M. Laura, Marcianò Chiara, Pernace Arcangelo, Riggi Marco, Tabbi’ Gaia, Stella valentina della IV A Linguistico; Vitale Michele della V A Linguistico; Cammararata Francesca, Carta Michelle, Cigna Giulia, Savoja Sofia, Scalzo Karen della IV B Linguistico; Arcarese Alessandra, Ginevra Gaia, Macaluso Roberta, Spinelli Alessia della V B Lingustico.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.