UILTuCS. Zona Rossa a Caltanissetta – Richiesta chiusura domenicale di tutte le attività commerciali

Egr. Sig. Sindaco,
Vista l’ordinanza contingibile e urgente n. 33 del 06 aprile u.s. con la quale il Presidente della Regione siciliana ha prorogato, in aggiunta alle vigenti misure contenitive del contagio da Covid-19, l’istituzione della “Zona Rossa” per il territorio di Caltanissetta, con la presente, la scrivente Federazione Sindacale Le richiede di voler adottare, con apposita ordinanza sindacale, misure ancor più restrittive che prevedano la chiusura domenicale di tutti gli esercizi commerciali, ivi comprese le attività destinate alla vendita di generi alimentari e di prima necessità, per i quali è prevista l’apertura anche in zona rossa.
Considerato, infatti, l’esponenziale incremento dei contagi da Covid-19 sul territorio Nisseno, la scrivente ritiene che tale misura, se adottata, risulterebbe segno tangibile di vicinanza e solidarietà per tutte le lavoratrici e lavoratori del settore che svolgono, senza alcuna interruzione dall’inizio dell’emergenza pandemica, il loro servizio a favore della collettività seppur tra tante difficoltà e timori di contagiarsi e contagiare, a loro volta, i propri affetti.
Nei fatti, ancora oggi, nonostante i divieti e le restrizioni previste in materia, tanti sono purtroppo i cittadini che non rispettano le limitazioni, probabilmente, perché continuano a sottovalutare la grave emergenza sanitaria che travolge e sconvolge il nostro Paese.
La scrivente ribadisce ancora una volta con forza che la chiusura delle attività commerciali nella giornata domenicale (e, più in generale, dei festivi), oltre che allentare lo stress a cui sono sottoposti i lavoratori del settore, consentendo loro di godere del riposo settimanale nella giornata domenicale, sortirebbe anche l’effetto di “non giustificare” gli spostamenti di coloro che si recano più e più volte (anche nell’arco della stessa giornata) nelle attività commerciali, soltanto per acquistare uno o pochi articoli non necessari o voluttuari, creando peraltro ingiustificati assembramenti anche davanti ai supermercati.
Pertanto, Sig. Sindaco, nel rimetterLe le angosce e le preoccupazioni delle lavoratrici e dei lavoratori del settore – a tutt’oggi, peraltro, ingiustamente esclusi dalla campagna vaccinale – la scrivente confida nel favorevole accoglimento della presente richiesta anche al fine di evitare, attraverso apposita ordinanza sindacale, la deregulation delle aperture, considerato che tutti sarebbero tenuti a rispettare le eventuali linee guide che, nel merito, vorrà disporre. Confidando in Suo positivo riscontro, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: