Tennis e inclusione a Caltanissetta con il torneo nazionale dei ragazzi intellettivo relazionali

21 atleti provenienti da diverse parti d’Italia si sono affrontati sabato e domenica sui campi in terra battuta del circolo “La Baita” di Caltanissetta per la prima tappa nazionale del torneo di tennis dei ragazzi intellettivo relazionali organizzato dalla FISDIR con la partnership dell’ASD Cobisi Team. Una due giorni all’insegna dell’inclusione e di tanto agonismo con atleti di livello nazionale e internazionale. Il torneo era la prima e unica tappa del sud Italia (ve ne saranno altre due al Centro e al Nord) e vi hanno preso parte sette società sportive provenienti da Biella, Caltanissetta, Milano, Palermo, Pordenone e Trento. Una due giorni di sport che ha riportato in campo i ragazzi dopo il periodo del lockdown.

Per il secondo anno consecutivo la città di Caltanissetta ha ospitato il torneo nazionale di tennis della federazione italiana disabili intellettivo relazionali in collaborazione con il Cobisi Team che ha schierato lo staff al completo per la riuscita dell’evento. “Anche quest’anno un clima bellissimo, sono venuti ragazzi da Brescia, San Vito al Tagliamento, Milano, Palermo e Catania, una grossa soddisfazione far giocare tutte queste persone insieme”, commenta il tecnico Giuseppe Cobisi, fiduciario della Fisdir per il tennis in Sicilia e responsabile per il tennis in carrozzina della Fit Sicilia. “Il pubblico ha potuto constatare il livello tecnico di questi ragazzi che hanno bisogno di muoversi e stare insieme, questo è il primo obiettivo”. Il professore di educazione fisica in provincia di Caltanissetta ha anche avviato un progetto con le scuole per far giocare a tennis una volta a settimana i ragazzi con disabilità.

Gaspare Majelli, consigliere nazionale della Fisdir, ha seguito le partite dagli spalti del circolo “La Baita”. “Il torneo di questo weekend è un modo per portare i ragazzi in campo e ripartire dopo il lockdown. Qui si sta facendo un buon lavoro e dobbiamo ringraziare il team Cobisi; il nostro progetto è di collaborare con i tecnici Fit per elevare il livello qualitativo e quantitativo”.

Massimo Mottura, classe ’93 e una passione innata per il tennis, ha iniziato a calcare la terra rossa circa sei anni fa appassionandosi alla disciplina seguendo le partite in Tv. Tesserato con la Polisportiva Biellese ha fatto un viaggio da Brescia per marcare la sua presenza al torneo di Caltanissetta. “E’ andata molto bene – racconta – ci tenevo a essere qui anche quest’anno. Pratico il tennis da sei anni, da quando guardavo le partite per diverse ore della giornata in televisione, poi mi è venuta tanta passione di giocare”.

La finale del singolare è stata vinta per 6-0 da Massimo Mottura contro Leonardo Benvenuti. Nel doppio ha vinto la coppia Riccardo Zonta con Massimo Mottura contro il duo formato da Umberto Pellis ed Eric Fiorenzato con il punteggio di 4 set a 1.

Questi i partecipanti al torneo: Massimo Mottura, Andrea Ali, Francesco Aprea, Francesco Peterlini, Leonardo Benvenuti, Umberto Pellis, Riccardo Zonta, Alessandro Croitoru, Massimo Del Lepre, Eric Fiorenzato, Enrico Violi, Alberto Sist, Andrea Dri, Francesco Macaluso, Francesco Bisconti, Alessio Cuccia, Mattia Di Forti, Karol Giuliana, Manuel Milazzo, Luca Di Gregorio

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: