Teleriabilitazione e tele-consulto specialistico Dipartimento Cure Primarie ASP di Caltanissetta

Mantenere la funzionalità e la continuità della rete dei servizi, particolarmente quelli rivolti alle persone più fragili è un dovere di carattere etico, oltre che una responsabilità di salute pubblica, che assume particolare rilevanza nel corso dell’attuale emergenza sanitaria da COVID-19.

Considerata l’attuale e le conseguenti misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, la Direzione Strategica dell’Azienda Sanitaria di Caltanissetta, su indicazione del direttore dell’UOC Cure Primarie dott. G. Roccia, autorizza il Centro Autismo e il Centro Diurno Alzheimer, grazie alla modalità di smart working, a proseguire i programmi di tipo abilitativo/riabilitativo da remoto.

Entrambi i servizi si sono “reinventati” trovando modalità e strategie utili per cercare di mantenere una continuità degli interventi abilitativi/riabilitativi avviati dai Centri.

“Restiamo vicini, anche se lontani” è il nome del progetto di terapie on line per pazienti affetti da demenza d’Alzheimer e per i loro caregiver coordinato dalla psicologa Dott.ssa Leonardi e prevede la realizzazione quotidiana di video che ripropongono il programma terapeutico realizzato presso il CDA. Le persone con demenza sono persone fragili e la gestione della loro quotidianità diventa ancora più complessa in questo isolamento che spesso è anche relazionale. Le attività proposte nei video di stimolazione cognitiva, motoria e occupazionale hanno lo scopo di provare a mantenere una routine quotidiana stabile, che aiuti il paziente a sentirsi più sicuro. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di interventi terapeutici (fisioterapia, etc.) attraverso videochiamate, un servizio telefonico di counseling infermieristico e di supporto psicologico, rivolto soprattutto ai familiari per sostenerli nel difficile compito di questi giorni. Al momento, i feedback dei caregivir del Centro Alzheimer sono positivi. Un familiare riferisce: “Iniziativa interessante e di grande aiuto anche per noi familiari. L’isolamento nasconde un rischio pericolosissimo: la depressione, quindi grazie!”.

L’attività in remoto in modalità telematica (per via telefonica, whatsupp, videochiamata, etc.) del Centro Autismo coordinata dal dott. M. Lipani ha la finalità di permettere la continuità dell’intervento e degli incontri con le famiglie a cadenze regolari da parte dei professionisti coinvolti nella presa in carico. Alcune delle attività che si stanno espletando includono: colloqui con i familiari (parent training), indicazioni e suggerimenti per la strutturazione della giornata a casa, consulenze telefoniche per gli insegnanti di sostegno e i terapisti di altri Centri privati e/o convenzionati, monitoraggio dei programmi educativi personalizzati attraverso la visione dei filmati inviati dalle famiglie, videochiamate di gruppo e individuali con alcuni ragazzi per la prosecuzione del progetto abilitativo già svolto presso il Centro, etc. La situazione di emergenza implica anche il rischio che la persona con disabilità debba affrontare l’urgenza di un tampone e/o ricovero. A tal fine, l’équipe del Centro ha previsto, in via preventiva, anche la preparazione di indicazioni e supporti (per esempio, storie sociali) che possano aiutarli a sostenerli ad affrontare tale eventualità.

Gli operatori del Centro Autismo auspicano in tal modo di ridurre al minimo il disagio delle famiglie, dei bambini e dei ragazzi, in questo momento di allerta nazionale e mondiale.

elenco medici e cellulari.pdf.pdf

elenco psicologi (1).pdf.pdf

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: