Sicilia Nuova: Carenza asili nido e disoccupazione femminile in Sicilia

Tra le tante carenze di servizi, i Siciliani devono registrare anche l’assoluta insufficienza degli asili nido. Ciò non solo riduce e ritarda la socializzazione dei bambini, ma rappresenta un ulteriore ostacolo all’occupazione femminile.
Tante giovani mamme sono costrette ad abbandonare il lavoro o sono impossibilitate a cercarlo proprio perché non hanno la possibilità di usufruire di asili nido.
Tra le tante motivazioni rilevate dall’Istat per spiegare la grave disoccupazione femminile, in Sicilia e nel Sud, vi è l’impossibilità di lasciare i propri figli in una struttura idonea. In Valle D’Aosta, dove esistono 45,7 posti negli asili nido su 100 bambini, l’occupazione femminile tra i 25 e i 34 anni è del 70,4 %, in Emilia Romagna, dove ci sono 39,2 posti su 100 bambini, l’occupazione è del 67,5 %. In Sicilia, dove ci sono 10 posti su 100 bambini, l’occupazione femminile è del 29,5 %. Non solo, quindi, si evidenzia la carenza di opportunità di lavoro, ma anche nel caso in cui una giovane mamma dovesse trovare impiego è spesso costretta a doverlo abbandonare per dedicarsi al proprio bambino a causa della carenza di servizi essenziali.
Dunque oltre al danno, la beffa: non solo le giovani mamme siciliane devono sopportare disparità maggiori rispetto alle giovani mamme del Centro-Nord, ma – cosa più grave – vengono private delle poche opportunità che si presentano loro, per non venir meno ai doveri materni, in assenza di supporto da parte del servizio pubblico.
Si legge sul report di Openpolis che la Sicilia e il Sud sono stati dotati di pochi asili nido perché le neo-mamme siciliane (leggasi meridionali) dimostrano di non averne bisogno, in quanto provvedono da sé alla propria famiglia!
I nostri governanti trasformano una necessità in una libera scelta e poiché “di necessità si fa virtù”, ci chiediamo cos’altro dovrebbero fare?.
A Bolzano ci sono 7 posti ogni 10 bambini, a Caltanissetta solo 6,2, non ogni 10, ma ogni 100 bambini! A Catania, invece, i posti sono solo 5 ogni 100 bambini.
Noi Siciliani siamo equiparati agli italiani del nord solo in relazione ai doveri. Paghiamo le tasse secondo l’aliquota nazionale ma mai abbiamo ricevuto gli stessi servizi. Questo vale anche per le imprese. D’altra parte i Siciliani non si sono mai ribellati. Come ho sempre sostenuto: il vero ladro, non è chi ti ruba tutto, ma chi ti abitua a vivere senza niente.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: