Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. “Riciclo e abbellisco”: gli studenti del “Classico” trasformano rifiuti in opere

Dal 16 al 24 novembre presso il Liceo Classico, Linguistico e Coreutico “R. Settimo” si sono svolte le azioni legate Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, un evento che coinvolge 16570 realtà sparse nel territorio europeo e che all’interno della scuola si propone di raggiungere l’obiettivo di ridurre, reimpiegare, riciclare oggetti e materiali che normalmente finirebbero nella spazzatura, al fine di creare piccoli manufatti d’arte.

Il tema di quest’anno è “Riciclo e abbellisco”: gli studenti si sono cimentati in un contest che prevedeva la creazione di opere d’arte realizzate con materiali riciclati ed ecocompatibili che avessero anche un fine pratico o decorativo. Hanno così realizzato decorazioni natalizie riciclando la plastica; un quadro che invita alla riflessione sul futuro del pianeta riadoperando stoffe, plastica, tappi di sughero; cestini creati con la carta; fioriere per abbellire la scuola realizzate con sacchetti di plastica e vecchie cassette di legno. Un’apposita commissione, composta dalla Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone, dalla dott.ssa Lea Romano di Caltaqua e dalle prof.sse Marzia Guarneri ed Aurelia Speziale, ha valutato le opere.

Durante la settimana, inoltre, tutte classi che sono state visitate dai “custodi dell’ambiente”, alunni della VCC coordinati dalla prof.ssa Marina Presti che, attraverso una griglia di valutazione, hanno calcolato il grado di rispetto della raccolta differenziata all’interno di ogni ambiente della scuola.

Giorno 26 alle ore 9:00 ha preso  avvio un workshop, organizzato meticolosamente dagli stessi studenti, nel quale sono stati comunicati i risultati del concorso, gli esiti dell’indagine condotta nelle classi e si è dibattuto di riuso, reimpiego e riciclo d’arte attraverso una lezione, tenuta dagli alunni, su opere d’arte del contemporaneo che hanno a che vedere con i rifiuti. Prima fra tutte “Hollywood” di Maurizio Cattelan, da cui ha preso spunto l’iniziativa, poi “Trash people”, Boltanski e Marmo, l’artista preferito da Papa.

La prof.ssa Speziale ha, inoltre, illustrato l’attività di riciclo che si compie nel laboratorio d’arte e la prof.ssa Guarneri ha mostrato alcune opere d’arte di artisti meno noti ma autori di opere coinvolgenti. L’intervento della dott.ssa Lea Romano ha sottolineato l’impegno di Caltaqua nel creare rete con le scuole per l’attuazione dei punti dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. L’azienda ha anche fornito le sacche che sono state donate alla classe vincitrice del concorso, la ICC, che ha realizzato un’opera dal titolo “Il possibile futuro”. La collaborazione fra l’azienda (che si è prontamente prestata) e la scuola è un modello di cooperazione possibile tra la scuola e le altre realtà del territorio sensibili all’ambiente.

Ha concluso i lavori la Dirigente Irene Cinzia Maria Collerone che ha invitato gli studenti a partecipare all’iniziativa promossa dal Consiglio d’Istituto, grazie alla quale gli studenti compreranno borracce per attingere acqua da un dispenser a scuola, evitando così l’impiego massiccio della plastica.

Le attività sono coordinate dal prof. Fabio Fiorenza e sono patrocinate dal Dipartimento Acqua e Rifiuti Regione Siciliana, Comune di Caltanissetta.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: