Pro Nissa: Senza una struttura adeguata non si può programma il futuro. Intanto la società rescinde consensualmente con mister Tarantino

Senza un’adeguata struttura che ospita la Pro Nissa tutto diventa complicato. Le mancate promesse da parte della politica, i mancati impegni per metterci nelle condizioni di lavorare e nello stesso tempo di programmare il futuro per come noi abbiamo in mente di fare;A questo si aggiunge l’assenza del nostro pubblico nelle gare interne, almeno sino a Dicembre, a causa delle disposizioni Covid19 che ci limita non poco. Tutta una serie di situazioni negative che ci portano, non per nostra volontà, a programmare in modo diverso una stagione che ci vedrà comunque ai ranchi di partenza per il prossimo campionato di serie B. Speravamo sino alla fine, ed eravamo già pronti per il salto in serie A2, avendo tutte le carte in regola per farlo, ma abbiamo dovuto rinunciare per le condizioni inadeguate degli impianti come il PalaCarelli e il PalaMilan. La società per tutte queste ragioni comunica la rescissione consensuale con l’allenatore Sandro Tarantino; A seguito dell’incontro tenutosi ieri sera con i vertici societari e l’attuale allenatore, si è deciso di comune accordo di chiudere anticipatamente il rapporto di collaborazione tra le parti; La decisione dettata da svariate ragioni tra cui quella più importante legata alla carenza degli impianti che non ci consente di fare i dovuti investimenti più volte accennati per il futuro. Da qui la scelta di mantenere stretta la categoria ma con una rivisitazione del programma sportivo, almeno per il momento, perché noi vogliamo mantenere gli impegni soprattutto con i nostri tesserati. Questo non significa resa, ma soltanto la necessità di attendere con fiducia il futuro con dei segnali chiari ed incoraggianti da parte degli enti pubblici per avere un impianto adeguato agli obiettivi che in questi anni di vittorie dal campionato di serie C2, C1 e Coppa Italia, dando anche la ribalta nazionale con sfide epiche come quella disputata contro la formazione di serie A della Cmb Grassano, pensiamo di meritare anche rispetto agli scopi prefissati. Noi proseguiremo l’impegno perché abbiamo a cuore questo sport e la città di Caltanissetta. Una cosa però è certa, senza le dovute garanzie già dal prossimo anno, potremmo chiudere i battenti ad un sogno che poteva essere e non è stato. Auguriamo a mister Tarantino, che abbiamo imparato a conoscere per attaccamento, serietà e professionalità buona fortuna e un grosso in bocca al lupo per il proseguo professionale; perché sappiamo che rappresenta un patrimonio per il futsal siciliano e non solo. 

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: