Scatà centra l’obiettivo nel karting a Melilli

La Pista del Sole di Melilli si conferma molto attraente per i kartisti impegnati nel Campionato Aci Sport Sicilia che nel weekend in 82 hanno risposto all’invito degli organizzatori. Alla gara hanno preso parte anche 8 piloti maltesi che con i loro team si sono presentati, per confrontarsi con i migliori siciliani. Con il tempo di 11’09”254, Lorenzo Scatà si è aggiudicato la classe regina, marcando anche la migliore prestazione parziale di giornata in 44”209 sui 1200mt del bellissimo tracciato.

Nelle altre classi, D’Angelo nella 15x30j, Mistretta nella 60 minkart, Cilia nella 125 Club under, Damiani nella 125 Kzn under, Alvano nella 125 RoK Shifter, De Matteo nella 125 kzn over.

 Il caldo, fortunatamente attenuato dalla buona ventilazione, ha reso complicato il lavoro dei team nel paddock, che comunque sono riusciti a mettere i piloti nelle condizioni più adeguate per lo svolgimento della gara svoltasi al cospetto di un folto pubblico.

Le finali al kartodromo di Villasmundo hanno preso il via alle 15.00 con la classe 60 entry level, riservata ai piccoli driver di appena 6-8 anni: fra questi si è confermato dominatore indiscusso Bruno Blanco, che continua così ad allungare nella classifica di  campionato. Il “pilotino”al quarto successo stagionale, il terzo consecutivo, avendo chiuso i 10 giri  in 8’56”361  col parziale migliore di 53”035 e la vittoria in prefinale è risultato Champion day. Al secondo posto Christian Blandino che è giunto sul traguardo con un gap di 5”746.

Nella classe regina Lorenzo Scatà ha, con una condotta di gara attenta, avuto ragione su Alessandro Branciforti che all’arrivo ha pagato un ritardo di 5”509.  Adesso la situazione in campionato vede un perfetto equilibrio fra Scatà e il messinese di Brolo Lombardo, entrambi con tre successi, mentre Branciforti, costante,  non è lontano dai leader in classifica.

Nella 125 x-30 Junior è tornato alla vittoria l’alcamese Stefano D’Angelo che ha tagliato il traguardo col tempo di 11’34”793 con un distacco di 2”847  su Giuseppe Garozzo, vincitore in. Al terzo posto, il vincitore della gara di Villarosa  Giacomo Pellegrino. A D’Angelo anche il miglior crono sul giro in 46”017.

Nella 60 Minikart, è arrivata finalmente la vittoria della bravissima Aurora Mistretta che,  giunta al penultimo giro nella scia del suo abituale avversario Kevin Bonfiglio, ha fruito di una penalizzazione comminata dai giudici di gara a quest’ultimo per scorrettezza, chiudendo davanti i 12 giri in 10’02”604.  A lei anche l’onore del giro più veloce in 49”804. Sebastiano Cultraro e Ludovico Busso si sono classificati al secondo e terzo posto rispettivamente a 228  e 354 centesimi.

Rispettando i valori in campionato l’under Alan Cilia, nella 125 Club, ha primeggiato  all’ arrivo in 11’30 682, suo pure il giro velo in 45”483, davanti all’over, Giuseppe Messina che fa ancora il pieno di punti in campionato. Alle loro spalle hanno chiuso Michele Ciarcià e Salvatore Troia in bagarre fra loro.

Sorpresa nella classe 125 rock shifter, che vedeva al via i primi quattro del campionato e che all’arrivo ha registrato il successo  in 11’14”971  del meno accreditato Mirco Alvano, autore anche del best lap in 44”318, davanti a Gabriele Duello di 2”249.

Nella 125 kzn under, non ce l’ha fatta il palermitano di Misilmeri Giuseppe Birriolo che, penalizzato di cinque secondi per partenza fuori schieramento, si è lanciato alla rincorsa di Antonio Damiani comunque meritatamente vincitore in 11’15”563, cercando di recuperare fino a giungere sul traguardo con 2”293 di distacco. A Birriolo la gloria del giro più veloce.

Nella 125 Kzn over vittoria per un soffio di Sebastiano De Matteo in 11’34”454 davanti ad Antonio Tramontana, autore del best lap in 45”464 , giunto al traguardo con appena 119 centesimi di ritardo. Terzo non lontano Maurizio Fontana.

A chiusura della manifestazione, grandi festeggiamenti sui podi di tutte le classi e in particolare per l’assegnazione del titolo di Champion Day

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: