Salta il tavolo sulla contrattazione all’Asp di Caltanissetta, la Cisl FP: “Atteggiamento irresponsabile di un certo modo di fare sindacato”

Il segretario generale Parello, quello territoriale Vancheri e l’aziendale Guagenti chiedono che venga ripreso in tempi rapidi il confronto al fine di non danneggiare i lavoratori.

“I diritti dei lavoratori dell’Asp di Caltanissetta non possono pagare un certo modo di fare sindacato”.

E’ netta la presa di posizione della Cisl FP in seguito all’interruzione, per volontà di alcune sigle di categoria, il tavolo di contrattazione che avrebbe dovuto portare alla sottoscrizione definitiva dell’accordo contrattuale che era stata però già discussa e condivisa in precedenza anche con le medesime rappresentanze.

“Non possiamo che esprimerci con la massima franchezza, a tutela della verità dei fatti e della dignità dei lavoratori che rappresentiamo e che oggi, insieme agli altri, è mortificata ancora una volta dagli interessi di bandiera – dicono in una lettera il segretario generale Salvatore Parello, il segretario territoriale Giovanni Luca Vancheri e il segretario aziendale Antonino Guagenti -. E’ necessario che ciascuno si assuma le proprie responsabilità e ai lavoratori si spieghi che oggi qualcuno, per motivi a nostro parere inspiegabili, ha deciso di interrompere un percorso già tracciato venendo meno anche agli impegni già presi a novembre del 2019. Non capiamo perché, ad oltre un anno di distanza, si decida di interrompere in modo tanto brusco un percorso già tracciato, provocando conseguenze gravissime nei confronti dei lavoratori”.

I firmatari, nell’apprezzare la lealtà sempre mostrata dall’Azienda, chiedono quindi che “si proceda senza ulteriori indugi o rinvii all’applicazione di quanto già proposto da parte pubblica rispetto alla Contrattazione integrativa aziendale per gli anni 2016-2018, all’applicazione delle Peo in favore dei dipendenti aventi diritto sin dal 2020 e alla liquidazione della produttività già dovuta ai lavoratori per gli anni 2019 e 2020. Per questo – concludono – è necessario che si proceda il prima possibile alla definizione dei rimanenti punti nelle forme previste e alla ipotesi di contrattazione integrativa per tutti gli istituti in argomento”.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: