RIMANDI NELL’ARTE. Indagine iconografica sulle Vare

La Settimana Santa è il periodo dell’anno più atteso dai nisseni. In questi otto giorni, dalla Domenica delle Palme alla Domenica di Pasqua, si susseguono processioni, rappresentazioni sacre, celebrazioni liturgiche che ogni giorno caratterizzano e animano la vita della città.

Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione del coronavirus, avranno luogo soltanto le celebrazioni liturgiche e i nisseni dovranno rinunciare alle tradizionali processioni.

Per questa ragione il Rotary Club Caltanissetta e il Museo Diocesano del Seminario Vescovile “G. Speciale” hanno deciso di offrire alla città e a tutti i curiosi la possibilità di visionare una riproduzione tridimensionale di due grandi gruppi sacri: la Vara dell’Ultima Cena e la Vara della Scinnenza.

Realizzate principalmente dall’artista napoletano Francesco Biangardi e dal figlio Vincenzo nella seconda metà dell’Ottocento, le sedici Vare rappresentano altrettante scene della Via Crucis di Cristo attraverso la composizione di gruppi scultorei a grandezza naturale eseguiti in tecnica mista (cartapesta, gesso, colla, legno).

Le Vare dell’Ultima Cena e della Scinnenza sono tra le più imponenti e tra le più interessanti per i chiari rimandi iconografici a cui gli scultori hanno attinto a piene mani.

Sulle pagine Facebook e Instagram del Rotary club Caltanissetta e del MUDIC Museo Diocesano di Caltanissetta “Mons. Giovanni Speciale” sarà possibile esplorare i rimandi iconografici di queste due Vare e scrutarle da vicino attraverso gli strumenti digitali della riproduzione 3D.

Il link e il video relativi all’iniziativa “Rimandi nell’arte. Indagine iconografica sulle Vare” si potranno visionare da martedì 7 a martedì 14 aprile 2020.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: