Rifiuti lungo la “Strada degli Scrittori”, l’Anas ha fatto ripulire il sito

Dopo la nostra nota del 15 giugno u.s., grazie anche all’attenzione e alla sollecitazione della Prefettura di Caltanissetta, l’Anas ha fatto ripulire nello scorso week end la piazzola di sosta in cui AGRIGENTO ricade il monumento alla memoria del Magistrato Saetta e di suo figlio (vittime di mafia), ma anche poche altre ricadenti sul tratto di strada nisseno. Le piazzole del tratto agrigentino invece sono rimaste piene di micro discariche abusive, con gravissimo nocumento per l’immagine, il decoro e l’ambiente del nostro territorio, attraversato da quella che le Istituzioni hanno voluto chiamare “Strada degli Scrittori”.
In data 21 giugno abbiamo ricevuto la risposta dell’Anas alla nostra missiva e a quella della Prefettura di Caltanissetta (17 giugno 2021), nella quale la stessa in sostanza scarica la responsabilità della mancata pulizia ai Comuni inadempienti. A riguardo la stessa Società nella lettera:
1. dichiara che è “impegnata da anni nella ricerca di collaborazione da parte delle Amministrazioni Comunali interessate a garantire nei loro territori opportune condizioni di decoro”;
2. indica le norme che a suo dire la sollevano dalle responsabilità di mantenere pulita la SS 640: art.198 e 184 del TUA (D.lgs. 152/2006) e le “Linee Guida per la rimozione dei rifiuti abbandonati o depositati in modo incontrollato” emanate dalla Regione Siciliana – Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (Delibera G.R. n. 248 del 05.07.2018).

In questa sede ribadiamo che gli incivili che determinano questo sfregio alla Sicilia e all’Ambiente andrebbero severamente sanzionati, preventivando opportuni controlli (es. telecamere) . Allo stesso tempo riteniamo non ricevibile questo balletto di responsabilità da parte di tutti coloro che hanno ruoli e competenze nella manutenzione e governo del territorio. Questa strada, non scelta da noi, è stata fatta diventare un simbolo per i tanti importanti scrittori che sono nati e/o vissuti nei territori attraversati e serviti (Luigi Pirandello, Leonardo Sciascia, Andrea Camilleri, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Antonio Russello, Rosso di San Secondo). Questa strada è diventata un simbolo per la lotta alla mafia. Lungo questa arteria infatti furono assassinati, in tempi diversi, due Magistrati (Rosario Livatino e Antonino Saetta con il figlio). Questa strada è attraversata ogni anno da centinaia di migliaia di turisti stranieri. Per quanto detto invitiamo i Sindaci in indirizzo a trovare urgentemente tutte le forme possibili  di collaborazione, magari istituendo un tavolo di concertazione con Anas e i Contraenti Generali dei due tratti stradali della SS 640 (lotto di Caltanissetta e lotto di Agrigento), per mantenere pulito questo importante e strategico asse viario.
Chiediamo altresì alle Prefetture di volere monitorare/seguire l’avanzamento delle iniziative che metteranno in campo i Comuni e l’Anas per mantenere il decoro della “Strada degli Scrittori”.
La scrivente Associazione, con i suoi Circoli territoriali (Caltanissetta: legambientecaltanissetta@gmail.com; Agrigento: legambienteag@gmail.com), rimane comunque
a disposizione per iniziative utili alla risoluzione del suddetto problema. Sicuri e speranzosi di un riscontro positivo alla presente, si coglie l’occasione per porgere cordiali
saluti.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: