Per il “Sicilia Film Fest” realizza i premi l’artista nissena Noemi Ballacchino

Ha preso il via martedì 21 luglio, e si concluderà il prossimo 25 agosto, la prima edizione competitiva del  Sicilia Film Fest. Durante gli appuntamenti a Terrasini (in provincia di Palermo), attraverso il cinema, si racconta la multiculturalità, la difficoltà di chi è ai margini ma non si arrende, in un luogo come la Sicilia, e per estensione il Bacino del Mediterraneo, da sempre punto di incontro tra ‘mondi’ diversi e per questo capace di comprendere, accogliere e contaminarsi.

Noemi Ballacchino realizza una delle sue opere

Sei settimane durante le quali saranno proiettati due film fuori concorso e, nel susseguirsi degli appuntamenti, quelli che partecipano alla competizione. Due i premi che saranno assegnati “Il Faro d’oro” che sarà assegnato al film vincitore e “Il Faro d’oro” alla carriera per la personalità o l’istituzione che più si è distinta in ambito sociale. Entrambi i premi sono stati realizzati a mano da Noemi Ballacchino.

L’artista, nissena doc, scultrice, pittrice, è stata scelta per realizzare i premi delle manifestazione. Maestro d’arte, scultore e arteterapeuta svolge la sua attività prevalentemente a Caltanissetta dopo aver vissuto un lungo periodo tra Milano e Roma. Noemi Ballacchino  ha realizzato due sculture trofeo, pezzi unici, interamente fatti a mano e originali, ricreando il significato del Festival del cinema e della Sicilia.

La 34enne ha dedicato la maggior parte della sua vita, ben 19 anni, allo studio dell’arte. Già a 6 anni voleva diventare un’artista.

“Volevo diventare un’artista ma prima ancora un’insegnante di disegno, lo dicevo a 6 anni. Tutto è iniziato da una matita che poi, come per magia, si è trasformata in un pennello e poi in morbida creta e tanto altro.
Ho imparato la tecnica e ancora oggi studio per apprenderne altre. Dopo gli studi accademici e aver avviato la mia attività da artista ho riflettuto sul benessere che provavo nel creare i miei lavori e ho capito che l’arte non era solo nozioni e tecnica ma è molto, molto di più.
Ho preso un master in Arteterapia e mi sono fatta una promessa, ovvero quella di legare tecnica e creatività al

Noemi Ballacchino crea i premi

sentire interiore e alla crescita personale.
Ed eccomi qua al vostro servizio. Quando si impara qualcosa lo si ricorda perché ci ha emozionato.
L’arte in tutte le sue forme ci insegna anche a emozionarci e a guardarci dentro. Quel che conta di più in ciò che faccio sono le mie mani, la mia mente e il sentimento”, così si racconta la poliedrica e bellissima Noemi Ballacchino.

Numerose le opere pittoriche e scultoree dell’artista nissena che ha esposto le sue creazioni a livello nazionale.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: