PD San Cataldo: “I dati Svimez spaventosi. Ma cosa fanno i nostri Onorevoli?”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Siamo sempre di più. Siamo sancataldesi, siamo siciliani, siamo tra quegli oltre due milioni che tra il 2002 e il 2017 sono dovuti emigrare dal Mezzogiorno per studio e lavoro. Siamo quella generazione che per prima, nella storia, è condannata a vivere mediamente peggio dei propri genitori. I dati dal Rapporto Svimez 2019 sono spaventosi: più di 66 mila giovani hanno lasciato la propria terra, il Pil del Sud sprofonda a -0,3%. Questo si ripercuote in servizi sempre peggiori in tutti i campi, da quello ospedialiero a quello scolastico.

La nostra terra sta morendo e la responsabilità è tutta politica, di quella che non ha fatto e continua a non fare gli interessi dei propri concittadini.

È di fronte a questi dati che sorge spontanea una domanda: ma i nostri Onorevoli cosa stanno facendo?

La nostra San Cataldo ha permesso l’elezione di addirittura due rappresentanti della maggioranza parlamentare. L’On. Pagano e l’On. Pignatone sono al governo, quindi nella posizione privilegiata di chi ha il dovere, ma soprattutto l’opportunità e gli strumenti per risolvere finalmente i nostri problemi.

L’affiatamento è evidente, se si confrontano i voti espressi alla Camera: nel 99.3% dei casi l’On. Pagano e l’On. Pignatone hanno votato allo stesso modo (una delle poche differenze si riscontra nel decreto del reddito di cittadinanza, paradossalmente votato solo dal leghista Pagano).

Fra i provvedimenti votati e divenuti legge da entrambi i rappresentanti l’ultimo imbarazzante “decreto sicurezza bis”, che anziché combattere la criminalità organizzata che attanaglia i nostri territori, invece di garantire la nostra sicurezza, introduce di fatto il reato di salvataggio delle vite umane in mare, andando contro i principi fondanti della nostra Costituzione e dei valori alla base di una comunità civile.

Ma quali sono le proposte per la nostra terra? Come intendono salvare e migliorare la nostra San Cataldo? Di questo non c’è traccia. I nostri parlamentari a Roma si occupano di altro, di decreti salva banca (vedi il Decreto Salva Carige), di legittima difesa, di Ong, di Tav, di Tap, ma non sappiamo come vogliono rispondere ai dati devastanti dello Svimez sullo svuotamento culturale ed economico della Sicilia.

Considerato il numero spropositato di giorni di ferie di cui godranno, ben 38, siamo sicuri che a fine agosto, se non sono impegnati in qualche evento a suon di musica e coktail come il loro ministro Salvini al Papeete Beach, entrambi gli Onorevoli, che rappresentano perfettamente il volere del governo della nazione, sapranno dirci cos’hanno fatto per cambiare la nostra terra.

Noi porteremo le nostre proposte per la Città e per la Sicilia, perché anche se non ricopriamo alcun ruolo di governo siamo parte di quei ragazzi che credono convintamente che ci sia ancora un futuro per la nostra terra. Noi ci crediamo e lotteremo.

Marco Andaloro – Vice Segretario Cittadino PD

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: