Operazione «Marijuana Park» a Piazza Armerina, in 14 rischiano il processo

Il Gip del Tribunale di Enna deciderà oggi sulla richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura di Enna per 14 dei 23 indagati con l’operazione di polizia «Marijuana Park» che, a fine ottobre 2018, aveva sgominato lo spaccio nella villa Garibaldi dove, secondo le ipotesi investigative, si consumava un’intesa attività di spaccio da parte di due diversi gruppi, uno di bianchi e uno di neri. Con l’operazione erano stati arrestati sette giovani uomini, mentre gli altri indagati erano rimasti a piede libero.

Le indagini del Commissariato piazzese e della Mobile ennese, erano scattate in maniera autonoma ed erano partite dal controllo e dal monitoraggio del territorio, fino a fare emergere che la villa era diventata il luogo privilegiato di due gruppi di spacciatori.

Uno con a capo Marco Cancellieri, piazzese di 33 anni che al parco a spacciare portava anche il figlio minore della compagna, anche lei indagata a piede libero. E un altro gruppo capeggiato da un extracomunitario «all’epoca diciassettenne». L’indagine portata avanti da agosto ad ottobre 2017 aveva accertato centinaia di cessioni. (gds.it)

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: