Nominati 29 Commissari per lo sblocco di 57 opere pubbliche

CANCELLERI: ANCHE LA SICILIA METTE IL TURBO ALLE OPERE

“Opere attese da troppo tempo dai cittadini finalmente potranno essere completate e restituite al Paese, si tratta di opere già finanziate dallo Stato e mai realizzate ed in particolare di opere strategiche e fondamentali per la viabilità e mobilità della Sicilia” commenta il Sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e alla Mobilità Sostenibili.
“Segnale importante per la Sicilia dove saranno commissariate opere strategiche che negli anni hanno subito forti rallentamenti e messo a dura prova i territori”.
Finalmente sono stati nominati i Commissari per sbloccare 57 opere pubbliche da tempo bloccate a causa di impasse burocratiche e ritardi nelle fasi nei lavori, sono 29. Per la Sicilia: la realizzazione dell’asse ferroviario Palermo-Catania-Messina, il collegamento viario tra Chiaromonte e Ragusana e la Ss 640 Degli Scrittori, caserme per la pubblica sicurezza a Palermo e Catania, opere idriche ad Enna e Catania, infrastrutture portuali a Palermo.
“Sono davvero contento dei grandi passi fatti dal governo verso la sburocratizzazione ed il commissariamento. Questa volontà porterà ad una ripresa economica, occupazionale ed infrastrutturale importante soprattutto al sud, territorio per il quale mi sono speso particolarmente sempre per la necessità di permettere una ripresa dell’intero Paese sviluppando il sud è superdonne il divario infrastrutturale” commenta Cancelleri.
“Il mio impegno già nel precedente governo è stato massimo e vedere oggi i frutti di tutto il lavoro svolto mi riempie di soddisfazione.” Aggiunge.
“Dunque un risultato importantissimo quello di oggi! Frutto di una semina cominciata da tempo che vede nel Dl semplificazioni la via che ha reso possibile lo sblocco di opere strategiche. Una vittoria importante per tutto il Paese”. Conclude Cancelleri.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: