Mareamico propone alla Procura e alla Regione Sicilia la riapertura parziale della Scala dei Turchi

“Il turismo in Sicilia e ad Agrigento necessita di una Scala dei Turchi aperta”. A lanciare l’appello è l’associazione ambientalista Mareamico, da sempre impegnata per la tutela della scogliera di marna bianca e in un primo periodo interessata anche alla sua gestione attraverso una convenzione con il privato che ne rivendicava la proprietà. Maremico in tal senso ha proposto alla Procura di Agrigento e alla Regione Sicilia una riapertura parziale, nella sola zona est, già posta in sicurezza lo scorso anno, e con entrate assolutamente contingentate.“

“Dal 27 febbraio  – dicono – la Scala dei Turchi è interdetta ai visitatori, poichè pericolosa. Da quel giorno, in mancanza di guardiania, si susseguono le violazioni e le Forze dell’Ordine sono costrette ad effettuare incursioni improvvise, che hanno già portato alla denuncia penale di più di 150 visitatori”. Chi dovrà occuparsi del contingentamento delle entrate, o  della sorveglianza, bisognerà capirlo perchè, ad esempio, ad oggi nemmeno l’attività di pattugliamento da parte delle forze dell’ordine riesce a tenere lontane dalla Scala le torme di visitatori impazziti per la roccia bianca.“

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: