Lo screening del cancro della Mammella nella provincia di Caltanissetta

SAN CATALDO – Per le Pazienti della provincia di Caltanissetta è possibile completare il primo livello di screening grazie al D.A. del 4/03/2020, integrato dal D.A. n. 49 del 30 gennaio 2020. Tale opportunità è stata resa attuabile mediante la convenzione stipulata già in data 28/08/2020 tra L’ASP 2- Caltanissetta e la Casa di Cura “Regina Pacis” di San Cataldo, sita a soli 6 Km di distanza dal P.O. Sant’Elia di Caltanissetta. Il presente comunicato stampa viene inviato al fine di soddisfare l’esigenza emersa durante l’incontro organizzato da OndeDonneInMovimento con le associazioni ed i Club Service in merito ai servizi dedicati alla Senologia nella provincia, come pubblicato in data 28 novembre u.s. sul quotidiano La Sicilia. La Casa di Cura “Regina Pacis” di San Cataldo possiede, infatti, tutti i requisiti richiesti per soddisfare i percorsi di diagnosi per le Pazienti affette dalla patologia mammaria, avvalendosi di tecnologie di ultima generazione. La RADIOLOGIA INTERVENTISTICA SENOLOGICA è completa per tutte le esigenze diagnostiche, dal semplice citologico, dedicato a pochi casi selezionati, al prelievo microistologico eseguito con aghi trancianti o con sistemi Vacuum-assisted (sia sotto guida ecografica, stereotassica 2 D, e, ultima novità estiva, sotto guida stereotassica 3D-tomosintetica). Il prelievo con sistema VAB- MAMMOTOME, permette diagnosi più accurate e complete evitando la biopsia in sala operatoria. Il mammografo, di ultima generazione, permette l’esecuzione dell’esame di tomosintesi alla stessa identica dose di un esame tradizionale mammografico permettendo, tuttavia, di evidenziare lesioni che possono rimanere “nascoste” dal tessuto ghiandolare stesso all’esame mammografico tradizionale. La RM della Mammella viene effettuata utilizzando una apparecchiatura a 3 Tesla, tra le più performanti di tutta la Sicilia, dotata sia di sequenze ormai ottimizzate (l’apparecchiatura viene utilizzata già dal 2018) sia di programmi post-processing avanzati, ed è ormai divenuta una valida procedura di supporto alla mammografia ed all’ecografia. Nel caso in cui l’esame di Risonanza Magnetica non potesse essere effettuato (i.e. Pazienti claustrofobiche, o allergiche al mezzo di contrasto per risonanza magnetica, pazienti portatrici di device non-RM compatibile), presso la Casa di Cura Regina Pacis è possibile che venga sostituito, nei casi ritenuti appropriati da personale medico, dall’esame mammografico con mezzo di contrasto (CESM), il quale fornisce le risposte diagnostiche in soli 7 minuti di esame, con un comfort per la Paziente sicuramente più accettabile rispetto alla più lunga durata della Risonanza Magnetica (circa 40 minuti). È fondamentale che Medici, Pazienti ed Associazioni conoscano quali risorse siano presenti e solide nel territorio affinchè il percorso diagnostico-terapeutico del tumore della Mammella possa godere delle migliori opportunità offerte dalla Strutture sanitarie della provincia

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: