La Sea Watch vicino a Lampedusa, Salvini: “Non sono fesso, basta dissequestri o vado ad Agrigento”

Si trova ancora in acque internazionali la Sea Watch 3, che dalla scorsa notte sta mantenendo una rotta da ovest ad est e viceversa al di fuori delle acque territoriali italiane, una ventina di miglia dall’isola di Lampedusa.

«Se necessario sono pronto a mandare degli autobus per prendere queste personè. Il sindaco di Rottenburgs, insieme ad
altre città tra cui Berlino – scrive la Ong tedesca su Twitter – annunciano la propria disponibilità ad accogliere le 53 persone soccorse da SeaWatch».

“Sicuramente non arrivano in Italia perchè per fesso non mi prendono“. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini intervenendo, a Milano, sul caso della Sea Watch. Le ong “usano gli esseri umani per loro indegni interessi. Non so se anche economici, ma sicuramente politici. La Sea Watch sta andando avanti e indietro dimostrando ancora una volta di operare al di fuori della legge. Mi domando come mai la procura non abbia confermato il sequestro, perchè mi sembra che non rispettino la legge e nei fatti favoriscano i trafficanti di esseri umani”, ha concluso.

«Non commentiamo i commenti di un ministro. In generale la Commissione non ha le competenze per decidere se una nave può sbarcare persone o indicare un posto per lo sbarco». Così una portavoce della Commissione Ue sulla vicenda della nave Sea Watch. «Tutte le navi con bandiera europea sono obbligate a rispettare il diritto internazionale e il diritto sulla ricerca e salvataggio in mare che comporta la necessità di portare delle persone in un posto o posto sicuro – ha aggiunto -. La commissione ha sempre detto che queste condizioni non si ritrovano in Libia».

«Mi domando perchè qualche procura sequestri e dissequestri, sequestri e dissequestri: è la terza volta che vediamo lo stesso film. E la sequestra un’altra volta e la dissequestra un’altra volta. No, io vado a piedi ad Agrigento a farmi spiegare perchè. Una va bene, due va bene, la terza volta no – continua Salvini -. Alla Sea Watch si sta aggiungendo un’allegra pattuglia di barche a vela, due o tre di un’altra ong tedesca: si vede che c’è una regata storica». Quindi aggiunge con ironia: «Se vogliono divertirsi, fare delle competizioni a largo di Lampedusa facciano pure, ma se qualcuno pensa di sbarcare ha sbagliato a capire». Continua dunque la linea dura sulle ong: «Stanno vagando nel Mediterraneo? Potevano pensarci prima: per quello che mi riguarda stanno scherzando con le vite umane e non è una cosa accettabile. Io non darò mai l’autorizzazione allo sbarco, La procura potrebbe farli attraccare e poi sequestrare la nave» ha concluso. (gds.it)

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: