La consulta regionale studentesca chiede chiarezza sui dai dei contagi

Apprendiamo dalle testate di stampa, con grande sconcerto, la notizia in ordine alla presunta falsificazione dei dati relativi alla diffusione del contagio. Quest’anno scolastico, caratterizzato da una profonda instabilità e incertezza, non ha permesso un’adeguata programmazione didattica e una frequenza assidua delle lezioni in presenza.
La popolazione studentesca, già attraversata da una profonda preoccupazione per l’aumento dei contagi, lo é oggi ancora di più per la consapevolezza di non essere in possesso dei dati reali, che è motivo di un malessere condiviso. In prossimità della fine del suddetto anno scolastico risulta necessario dover avere contezza della situazione epidemiologica della nostra regione per la pianificazione delle attività e per garantire il diritto allo studio e del diritto alla salute. La contraffazione dei dati incide negativamente sulla vita di migliaia di studenti che quotidianamente usufruiscono dei mezzi di trasporto e sono costretti a un contatto forzato con gli altri, a fronte di un tasso di positività elevato e fuori controllo.
Chiediamo pertanto una maggiore trasparenza da parte dell’Assessorato alla Salute sull’andamento dei contagi e la convocazione tempestiva della Task Force regionale sulla scuola coordinata dall’Assessorato Regionale all’Istruzione e alla Formazione Professionale per discutere dei parametri che regolano la didattica in presenza e fare una valutazione insieme alle parti sociali sulle iniziative da intraprendere per la tutela della comunità scolastica tutta.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: