Industria 4.0, a Caltanissetta presentate le più importanti misure agevolative a disposizione delle imprese

Partecipato convegno, mercoledì mattina, nella sala riunioni della Camera di Commercio di Caltanissetta. Esperti del settore hanno analizzato le più importanti misure agevolative riservate alle imprese nell’ambito del piano nazionale Industria 4.0.

La conferenza, dal titolo Regimi opzionali e fiscalità agevolata. Detassare le aziende nel 2020”, è stata organizzata Ransomtax, società di consulenza che si occupa di fiscalità agevolata e implementazione di modelli di governance ai sensi del decreto 231/2001, in collaborazione con la sezione di Caltanissetta dell’Associazione Italiana Dottori Commercialisti e il patrocinio della Cciaa.

A fare gli onori di casa, il commissario straordinario Giovanna Candura. I lavori sono stati moderati da Alfredo Fiaccabrino, tax credit specialist di Ransomtax, il quale ha ricevuto il ringraziamento da parte del presidente dell’Aidc di Caltanissetta, Massimo Bellomo, per aver organizzato “un convegno così tecnico in grado di coinvolgere gli addetti ai lavori su temi molto importanti”.

“La nostra professione – ha detto Bellomo – vive gravi momenti di incertezza e queste sono occasioni di scambio e confronto che non possono essere perse. Ascoltarci tra di noi è formativo e ci fa crescere”. La parola è poi passata ai dottori commercialisti e Ceo di Ransomtax, Roberto Triolo e Salvatore Lo Bue. Il primo si è occupato del credito d’imposta per la ricerca e sviluppo, del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno e del nuovo iper ammortamento, anche alla luce dei nuovi orientamenti introdotti nella legge di Bilancio 2020. “Occasioni come queste – ha detto Triolo – ci consentono di fare informazione e portare un messaggio che spesso non passa. Ce lo dicono i dati. Secondo l’ultimo rapporto del Ministero dello Sviluppo Economico su una platea del 100% di imprese che potrebbe attingere a queste risorse solo il 12% lo ha fatto. Si tratta, invece, di agevolazioni molto importanti, anche alle nostre latitudini e anche per le piccole imprese”.

Salvatore Lo Bue ha invece relazionato sul Patent box. “Un’opportunità tra le più importanti, se non la più importante in assoluto, per i risparmi che genera. Anche se, paradossalmente, al Sud è quella sfruttata e conosciuta meno”, ha spiegato Lo Bue prima di passa in rassegna ogni aspetto di questo regime opzionale di tassazione introdotto dal piano nazionale Industria 4.0.

In conclusione, il prof. Melo Martella, docente di Diritto Tributario all’Università di Messina, ha affrontato il tema degli aspetti sanzionatori inerenti la disciplina dei crediti d’imposta, rivolgendo particolare attenzione agli aspetti più controversi, come quello relativo al credito non spettante e al credito inesistente.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: