Incontro con il Capo Dipartimento delle libertà civili e l’immigrazione in prefettura

CALTANISSETTA – Il Capo Dipartimento Prefetto Michele Di Bari ha presenziato quest’oggi una riunione presso la Prefettura di Caltanissetta per un approfondimento sulle tematiche connesse al fenomeno migratorio nella provincia di Caltanissetta.
All’incontro hanno partecipato il Prefetto Dott.ssa Cosima Di Stani, il Sindaco di Caltanissetta, arch. Roberto Gambino, i rappresentanti delle Forze dell’Ordine, il rappresentante del Provveditorato interregionale Sicilia Calabria delle opere pubbliche, il Dirigente del Servizio Tecnico logistico della Polizia di Stato di Catania, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco.
In apertura della riunione si è sottolineato come il fenomeno dell’immigrazione, nella provincia di Caltanissetta, avvenga in un clima disteso e di solidarietà diffusa. Non si registrano, infatti, episodi di intolleranza religiosa o di razzismo nei confronti della popolazione straniera, anzi si segnala un generale clima di positiva accoglienza da parte dei cittadini nisseni, favorendo una distensione sociale ed un dialogo anche interreligioso.
Come è noto, nel territorio comunale del capoluogo è presente il Centro Governativo Polifunzionale sito in Contrada Pian del Lago, al cui interno insistono:
1) Un centro di prima accoglienza – C.P.A. – ex C.A.R.A., la cui capienza è di 456 posti, ove alla data del 26 agosto 2019 sono presenti 392 cittadini extracomunitari richiedenti la protezione internazionale.
2) Il Centro di Permanenza e Rimpatrio – C.P.R., la cui capienza è di 96 unità, sebbene attualmente ha una capacità ricettiva ridotta a 72 unità.
Quanto ai centri di accoglienza straordinaria – C.A.S. –, nel corso del 2018 sono stati chiusi i 7 centri già attivi sul territorio provinciale.
In questo contesto insistono sette strutture della rete SIPROIMI, operanti in altrettanti comuni della provincia, ove sono ospitati complessivamente 120 extracomunitari.
Sono presenti, altresì, 7 Comunità per Minori Stranieri Non Accompagnati, in 5 comuni della provincia, che accolgono nel complesso 60 minori.
Durante la riunione sono stati approfonditi sia gli aspetti connessi ai lavori di ampliamento che di ristrutturazione del C.P.R. (centro di permanenza e rimpatrio) sia la situazione del C.P.A – C.A.R.A., Centro di Accoglienza per i richiedenti asilo, con particolare riguardo allo stato delle procedure ad evidenza pubblica per l’individuazione dei gestori delle citate strutture.
Per quel che concerne il C.P.R., il Provveditore delle opere pubbliche ha illustrato il piano dei lavori che dovranno essere eseguiti per l’ampliamento complessivo della struttura nonché la riparazione di alcuni punti dell’immobile attualmente in uso risultato danneggiato in occasione degli ultimi episodi di protesta da parte di immigrati in attesa di rimpatrio.
Il Sindaco di Caltanissetta ha anzitutto espresso ringraziamento alle Istituzioni per l’attenzione posta alle strutture del capoluogo di provincia anche in relazione al mantenimento dei livelli occupazionali dei lavoratori del settore, al fine di garantire stipendi ed impiego.
Il Capo Dipartimento ha illustrato diverse proposte di intervento:
• La ristrutturazione del centro dovrà essere rapidamente definita in un incontro tecnico da svolgersi alla presenza dei competenti dirigenti del Dipartimento, della Prefettura, nonché degli organi ed enti interessati
• Il finanziamento di ulteriori interventi attraverso l’integrazione dei capitoli di spesa relativi ai lavori dei centri
• Un maggiore accesso alle risorse del fondo FAMI, attraverso la selezione di proposte progettuali finalizzate a favorire l’autonomia dei titolari di protezione internazionale in uscita dal circuito di accoglienza

Preciso impegno, ha affermato il Capo Dipartimento, sarà volto al miglioramento delle condizioni di vita all’interno del C.P.R., così come indicato nel corso della riunione del 17 luglio u.s., tenutasi al Ministero, alla presenza dal Garante dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, oltre che rappresentanti delle Prefetture interessate, tra cui la Prefettura di Caltanissetta.
Al termine dell’incontro il Capo Dipartimento ha svolto personalmente un sopralluogo presso il C.A.R.A. ed il C.P.R. di Pian del Lago.

 

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: