In fiamme il litorale della Plaia di Catania, gente in mare. Bagnanti in salvo coi gommoni via mare

La Sicilia tra le fiamme. Oltre venti gli incendi più grossi favoriti dal vento di scirocco, ma dietro ai quali c’è probabilmente la mano dell’uomo. In azione squadre dei vigili del fuoco, elicotteri e Canadair in tutta l’Isola.

Un incendio di vaste proporzioni sta interessando il litorale della Plaia di Catania. Le fiamme alimentate dal vento caldo hanno fortemente danneggiato il lido Europa e minacciano gli altri stabilimenti balneari. Diversi turisti si sono gettati in mare. I vigili del fuoco hanno invitato le persone a “rimanere sulla battigia e a non tentare di rientrare a casa” per tenere libere le vie di accesso ai mezzi di soccorso. Un altro rogo è scoppiato all’altezza del Lido Europa che è stato quasi interamente raso al suolo dalle fiamme. All’origine probabilmente cumuli di sterpaglie di terreni privati o una dannosissima cicca di sigaretta lanciata lungo l’Asse dei servizi.

I vigili del fuoco hanno già attivato un eventuale piano di recupero delle persone in difficoltà, con mezzi navali o con i due elicotteri che sono già in azione sul posto. Ad alimentare i roghi le condizioni meteo proibitive: temperature altissime e vento forte che soffia verso il mare che, ipotizzano i vigili del fuoco, hanno sicuramente generato e alimentato fenomeni di “spotting”, cioè di proiezione di fiammelle incandescenti anche a grandi distanze, dalla vegetazione che bruciava dalla parte opposta della strada. Paura anche per un vigile del fuoco che operava sui lidi Plaia che è stato trasportato all’Opedale Cannizzaro di Catania probabilmente per un malore.

Bagnanti evacuati con i gommoni – Centinaia di bagnanti bloccati dalle fiamme sulla sabbia del lungomare Plaia di Catania sono stati evacuati via mare da gommoni e mezzi navali dei vigili del fuoco e della guardia costiera. Tra loro 40 bambini che erano rimasti bloccati nei lidi Azzurro e nella colonia Don Bosco sono stati messi in salvo da motovedette della capitaneria di porto. Sul posto stanno operando anche mezzi aerei del corpo forestale e dei pompieri. Gli interventi sono coordinati dalla sala operativa attivata nel primo pomeriggio in Prefettura.

Sempre nel Catanese continua a bruciare da giorni una vasta area boschiva a Caltagirone e a San Michele di Ganzaria (in provincia di Catania). Evacuati temporaneamente un agriturismo e alcune abitazioni. Dalle prime ore del pomeriggio il prefetto di Catania, Claudio Sammartino, ha attivato la sala operativa a Palazzo del governo per coordinare le iniziative per fare fronte agli incendi in città e provincia.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: