Gela. Sicindustria: “inserire le aree dismesse Eni nelle Zes”

“Estendere il perimetro della Zes di Gela anche all’area retroportuale e a quelle dismesse all’interno della raffineria Eni e delle zone D2, lungo la Gela-Catania”. È questa la richiesta inoltrata oggi da Gianfranco Caccamo, reggente di Sicindustria Caltanissetta, al tavolo convocato dal vicesindaco di Gela, Terenziano Di Stefano, al fine di chiedere alla Regione l’ampliamento della perimetrazione locale. Lunedì scadrà il termine per partecipare al bando che mette a disposizione altri 462 ettari mentre sono già stati identificati e delimitati i 1.690 della “Zes Sicilia occidentale” e i 3.422 della “Zes Sicilia orientale. “Il confronto di oggi – aggiunge Caccamo – è stato importante. L’obiettivo deve essere quello di attrarre investimenti soprattutto in zone che hanno già un’alta vocazione all’industria e Sicindustria sta dando il proprio contributo in tal senso”.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: