Gela. Allerta Covid, scatta “divieto di stazionare” ma sì ad accesso negozi: ecco le zone

Dopo la riapertura delle scuole e dei mercati, il sindaco Lucio Greco rivede un altro punto degli iniziali divieti anti-Covid. Non ci sarà più l’interdizione delle zone più frequentate, soprattutto nel fine settimana. L’avvocato, con un’ordinanza da poco firmata, dispone invece il divieto di “stazionamento”. Non si potrà sostare, senza una valida ragione, nelle zone indicate nel provvedimento. Non saranno chiuse all’accesso, ma viene previsto solo il divieto di sostare e creare assembramenti. Chi dovrà raggiungere uffici e attività commerciali, anche per gli acquisti, potrà farlo, purché con il necessario distanziamento. Quindi, viene superata l’interdizione di zone come Macchitella e il lungomare Federico II di Svevia. Il divieto di stazionamento adesso riguarda, oltre al lungomare e ai portici di Macchitella, anche piazza Umberto, il sagrato della chiesa Madre (in entrambi i lati), via Generale Cascino, piazza Sant’Agostino, piazza Martiri della Libertà, piazza Roma, piazza San Francesco, piazza San Giacomo, via Venezia, la villa Comunale (chiusa dalle 17 e fino alle 9 del mattino), la villetta Auriga (sempre chiusa dalle 17 e fino alle 9 del mattino), le villette di via Meli e via Morselli (del tutto chiuse), via Palazzi, via Parioli, viale Indipendenza, piazza Tre Porte alla rotonda est, la stazione ferroviaria e le zone balneari di Manfria, Roccazzelle e Piano Marina.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: