Eventuale proclamazione dello stato di agitazione dei dipendenti Srr, lettera dei sindacati alle autorità

Di seguito intera nota dei sindacati

 

Preg.mo Signor Presidente,

Facciamo seguito a precedenti comunicazioni pec del 22.06.2020 e del 29.06.2020, i cui contenuti devono, comunque, intendersi qui integralmente richiamati ed, in riscontro alla nota a margine indicata, con la quale viene convocato incontro sindacale in ordine alla dotazione organica del personale ex Legge Regionale 9/2010, per il giorno 17 luglio 2020 alle ore 16,00 in videoconferenza, per rappresentare quanto segue:

  1. Le scriventi OO.SS, contestano, preliminarmente, la modalità di svolgimento di detto incontro in videoconferenza, che, stante la importanza e delicatezza degli argomenti da trattarsi, non assicura continuità e facilità di comunicazione; scelta, tra l’altro, incomprensibile stante il contestuale attenuarsi dell’emergenza Covid-19;

  2. In subordine, pur assicurandosi la presenza sindacale, ma con la premessa sopra riferita, in data antecedente allo svolgimento di detto incontro, si chiede a Codesto Srr di volere riferire ogni informazione utile sull’argomento, posto all’o.d.g., con la produzione di ogni atto formatosi sull’argomento (bando di gara, atto di aggiudicazione ed ogni altro utile atto), e ciò rilevato che, da notizie ufficiose, come già precisatoVi, sembrerebbe che siano state effettuate stabilizzazioni di personale, senza alcun confronto e con discriminazione di altri operatori inseriti nel bacino previsto dalla Legge Regionale 9/2010 e dall’Accordo Quadro del 6.08.2013; in ogni caso si richiede che di detto incontro vengano assicurate idonee procedure di verbalizzazione, con contestuale rilascio di atto di verbalizzazione;

  3. Quale ulteriore subordinata, ancora, si rappresenta l’emergenza, di recente genesi, secondo la quale Codesto Srr, sembrerebbe, abbia provveduto all’aggiudicazione in favore della Ecos Srl di San Cipirrello, del nuovo servizio di raccolta rifiuti d’ambito e, quest’ultima Ditta, sempre senza alcun preventivo confronto sindacale, confronto non ricercato neanche da Codesto Srr, immagina, illegittimamente, tagli di personale non consentiti, trattandosi a parere delle scriventi OO.SS., di vero e proprio cambio appalto. A ciò si aggiunge che anche in detto ultimo caso, Codesto Srr non ha fornito, all’oggi, alcun utile elemento di conoscenza per un sereno e proficuo confronto anche di natura sindacale a tutela e salvaguardia dei livelli occupazionali;

  4. Ma vi è di più, da ulteriori rumors sindacali anche di sigle differenti dalle scriventi, viene confermato il dato, conosciuto anche da queste OO.SS., che Tekra Srl, non intenda provvedere alla corresponsione delle retribuzioni in favore dei lavoratori impiegati sui servizi in commento, per assenza di liquidità di cassa.

Il quadro di riferimento sopra illustrato preoccupa, non poco, queste OO.SS. che, in attesa, di riscontro della presente, preannunciano, a termini di legge, la eventuale proclamazione dello stato di agitazione, rilevato il concreto pericolo di una paventata perdita secca, non giustificata, di posti di lavoro in un momento storico difficilissimo con evidente impossibilità di ricollocazione dei perdenti posto.

A Sua Eccellenza il Prefetto, al Signor Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, ai Signori Dirigenti Generali dell’Itl e del Cpi di Caltanissetta, ai quali la presente nota viene pure indirizzata, si richiede di volere dispiegare il Loro autorevole intervento anche in termini di vigilanza sull’esatta applicazione delle norme di legge e di Ccnl nella presente procedura contrattuale, richiedendosi, al contempo, che ogni adempimento riguardante i destini dei lavoratori, ivi incluso il relativo cambio d’appalto, vengano formalizzati presso i competenti Itl e/o Cpi, secondo le loro rispettive competenze.

Il Segretario Generale FIT CISL – CL Il Segretario Generale SNALV – CL   Mario Stagno F.to Manuel Bonaffini

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: