Esportazioni, riapre l’Export Flying Desk dell’Ice all’assessorato Attività produttive

Le valutazioni positive sull’impatto del piano vaccinale consentono la ripresa in presenza delle attività degli Export Fying Desk territoriali dell’Agenzia ICE in tutta Italia. Dal 6 luglio riprenderà anche l’attività del Desk Sicilia, nei locali dell’assessorato regionale alle Attività produttive, a Palermo.
 
Ad annunciare la riapertura sono stati questa mattina a Palazzo Orleans, sede della Presidenza della Regione Siciliana, l’assessore regionale alle Attività produttive, Mimmo Turano, il consigliere di amministrazione dell’Agenzia ICE, Josè Rallo, e il sottosegretario di Stato al ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Manlio Di Stefano. Ha partecipato anche l’imprenditore del settore dolciario, Nicola Fiasconaro.
«La riapertura alle imprese del Flying Desk nei locali dell’assessorato alle Attività produttive – ha spiegato l’assessore Turano – è il frutto di una collaborazione collaudata e vincente tra Regione Siciliana e ICE, ma è anche un segno tangibile della volontà del governo Musumeci e della Farnesina di essere accanto alle imprese siciliane che vogliono tornare sui mercati internazionali con rinnovato entusiasmo e la voglia di lasciarsi alle spalle la pandemia e un annus horribilis per l’export siciliano e nazionale».
«Più che di “riapertura” – ha sottolineato Josè Rallo – mi fa piacere parlare di ritorno in presenza, in quanto i nostri Export Flying Desk territoriali in realtà non hanno mai cessato di essere un punto di riferimento per le imprese. Durante l’emergenza pandemica, infatti, hanno continuato a operare da remoto. In Sicilia – ha proseguito Rallo – solo nei primi 4 mesi del 2021 sono state assistite 58 aziende in 60 incontri: il 55 per cento di queste appartiene all’agroalimentare e il 13,3 per cento, mi fa piacere annunciarlo, al mio settore, quello cioè dei vini, alcolici e bevande. Questo importante progetto si affianca a numerose altre azioni messe in campo dall’Agenzia ICE per dare un contributo affinché le nostre imprese tornino leader sui mercati internazionali».
 
«La ripartenza di questo Flying Desk dell’ICE presso la Regione Siciliana – ha affermato il sottosegretario Manlio Di Stefano – rappresenta un’ulteriore opportunità per le imprese dell’Isola, in particolare le pmi, di usufruire dei servizi dell’ICE. Assieme al ministro Di Maio, siamo impegnati in un’azione sempre più capillare di sostegno alle imprese per incrementare il nostro export. Ricordo a tutte le imprese siciliane che è a loro disposizione tutta una serie di nuovi strumenti, di formazione, di finanziamento agevolato, di informazione, tra cui il portale www.export.gov.it, racchiusi nel Patto per l’Export, firmato dal Governo centrale, dalla Conferenza delle Regioni e dalle associazioni imprenditoriali di livello nazionale».

«La famiglia Fiasconaro sta riprendendo il cammino verso il mercato internazionale a partire dalle produzioni del territorio. A volte abbiamo difficoltà a trovare le componenti dei nostri prodotti e così stiamo sperimentando di investire su impianti di produzione di materie prime locali che utilizziamo, con i nostri 11 laboratori sparsi nell’isola, come a Mazzarrone, nel Catanese, per l’uva sultanina o a Gagliano Castelferrato, nell’Ennese, per la frutta candita», ha detto l’imprenditore Nicola Fiasconaro.

 

L’Export Flying Desk Sicilia, attivo dal novembre 2019, grazie alla determinante collaborazione della Regione Siciliana, ha finora incontrato oltre 260 imprese, alle quali sono stati offerti dei percorsi di accompagnamento personalizzati per l’inserimento o il rafforzamento sui mercati esteri, usufruendo dell’ampia gamma di servizi promozionali, di formazione e di assistenza realizzati dall’ICE. Proseguita da remoto durante la pandemia, l’attività è ripresa dal 25 maggio nelle regioni Puglia, Lazio, Lombardia e Molise. Da giugno ai primi di luglio fanno seguito le riaperture delle attività in presenza anche in Sicilia, Calabria, Emilia Romagna, Liguria, Marche, Piemonte, Campania, Toscana, Veneto. Per le altre regioni le attività proseguiranno da remoto e riprenderanno in presenza in date successive in funzione della disponibilità dei partner ospitanti.
 
Lanciato ad ottobre 2019 il progetto Export Flying Desk ha l’obiettivo di garantire un presidio stabile dell’Agenzia ICE sul territorio italiano a favore delle imprese interessate ad avviare o rafforzare la loro presenza sui mercati esteri, potenziando nel contempo il dialogo con le realtà istituzionali locali (Regioni, Unioncamere, Camere di Commercio, Confindustria, Gruppo CDP, Associazioni territoriali, ecc.). Il progetto è un innovativo servizio dell’Agenzia ICE, volto ad accompagnare il maggior numero di pmi nel processo di internazionalizzazione. Ogni settimana un team regionale ICE è a disposizione nei desk attivi in tutta Italia, grazie alla collaborazione dei partner locali, quale punto di riferimento per indirizzare le imprese con gli uffici ICE di promozione settoriale e la rete dei 78 Uffici all’estero.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: