Decreto “Sblocca Cantieri”, intervento dei Giovani Democratici e il Partito Democratico

CALTANISSETTA – I Giovani Democratici e il Partito Democratico della provincia di Caltanissetta esprimono tutta la loro amarezza e il profondo rammarico per la scelta scellerata del Governo di ritirare dal Decreto “Sblocca Cantieri” il Fondo salva imprese.

Si trattava di un emendamento che avrebbe permesso di erogare un anticipo del 70% alle imprese creditrici del gruppo CMC, che si occupa della realizzazione della Agrigento Caltanissetta, ma che attualmente è in concordato preventivo a causa delle difficoltà economiche.

Le visite del Presidente del Consiglio Conte, del Ministro Toninelli e della compagine leghista si sono rivelate per quello che erano: una passerella per la campagna elettorale delle europee. Proprio in quell’occasione i cittadini siciliani li hanno premiati, dando fiducia a chi invece gli volta ancora una volta le spalle e li prende in giro pur di racimolare voti.

Il risulato è quello annunciato dal comitato di creditori: “l’immediato blocco di ogni attività nei cantieri lungo la Agrigento-Caltanissetta e la Palermo-Agrigento”.

Ancora più sconvolgente è sapere che attualmente vi sono ben quattro parlamentari nella nostra provincia che fanno parte proprio della maggioranza giallo-verde, ai quali evidentemente non importa nulla delle ripercussioni economiche e occupazionali della loro scelta.

I siciliani si trovano di fronte all’ennesimo voltafaccia dei governanti. La segreteria provinciale dei Giovani Democratici e del Partito Democratico esprimono ai concittadini, alle imprese e agli operai, tutta la solidarietà, con la consapevolezza di essere al loro fianco per lottare per i diritti fondamentali quali il lavoro, la giusta retribuzione e la crescita economico-sociale della nostra terra.

Siamo stanchi di un populismo che non porta ad alcun risultato concreto per la nostra gente, solo chiacchiere e scambi reciproci di accuse tra Movimento 5 stelle e Lega Nord, come già avvenuto oggi tra i rappresentanti del Capoluogo, Sindaco ed aspirante tale, dimostrando che i due partiti sono uniti ormai dal solo desiderio di poltrone, a discapito dell’Italia.

Oggi sembra che nessuno si ponga il problema di quale futuro dare alle nostra provincia. Il solo blocco del cantiere della Agrigento Caltanissetta ha causato centinaia di licenziamenti, fallimenti di imprese subfornitrici e indebitamento di chi ha erogato servizi ancora non pagati. Noi siamo dalla loro parte e vogliamo offrire una visione diversa. I rappresentanti locali del governo si sveglino e diano risposte immediate ai nisseni, altrimenti rassegnino le loro dimissioni per l’incapacità di mantenere le promesse e di dare una prospettiva al nostro territorio.

 

La segreteria provinciale del Partito Democratico di Caltanissetta

La segreteria provinciale dei Giovani Democratici di Caltanissetta

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: