Decreto rilancio, accreditati i fondi per i comuni in dissesto e sciolti per mafia. Pignatone (m5s): a San Cataldo 1 milione e 756 mila euro

“Sono stati accreditati nelle casse dei comuni in dissesto e sciolti per mafia i fondi destinati dal Governo nazionale, uno stanziamento di 10 milioni di euro che si è reso possibile grazie a un emendamento al Decreto Rilancio presentato dal M5S. Al Comune di San Cataldo, nello specifico, sono arrivati 1 milione e 756 mila euro. Una cifra imponente che il Comune potrà utilizzare sin da subito e per le finalità che si riterranno più opportune, i fondi infatti non hanno vincolo di destinazione e sono utilizzabili subito per le varie esigenze. Auspico, adesso, un pieno coinvolgimento delle stesse forze politiche, civiche, le realtà produttive e i cittadini nella scelta di come destinare tali somme. Per giovedì 26 novembre, intanto, è già stata prevista una convocazione da parte dei commissari, rivolta alle forze politiche presenti nel territorio”. Ad annunciarlo è il deputato nazionale del Movimento 5 Stelle Dedalo Pignatone che da tempo si era interessato della vicenda.
“Sono molto soddisfatto di questo traguardo, – aggiunge il parlamentare alla Camera – frutto del grande impegno messo in campo e a cui io stesso ho potuto contribuire. In tempi celeri, abbiamo mantenuto l’impegno preso con i cittadini perché, come ribadisco spesso, ritengo che uno dei miei compiti sia proprio quello di rappresentare il mio Comune e tutto il territorio a Roma”.
“Un segnale forte di presenza dello Stato – conclude Pignatone – che vuole essere vicino a questi Enti locali, in un momento di maggiore sensibilità. In totale, sono 8 i comuni interessati dal provvedimento in tutta Italia e San Cataldo si piazza al secondo posto rispetto alle somme ricevute. I fondi arrivano in un momento di grande necessità, anche in considerazione dell’emergenza Covid che ha colpito duramente non solo la Sanità, ma anche le attività economiche e l’intera comunità sancataldese. Mi auguro quindi che queste somme vadano a cittadini e aziende sancataldesi per affrontare il difficile momento, fare investimenti produttivi che consentano migliori servizi e risparmio di spesa, strade e servizi, oltre che il decoro urbano, affinché San Cataldo possa beneficiare di un miglioramento complessivo e tornare agli splendori di un tempo”.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: