Reiterate problematiche addetti/e servizi di pulizia e ausiliariato Presidi ASP Provincia di Caltanissetta

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Premesso che Le Scriventi organizzazioni sindacali. avevano richiesto, l’applicazione dell’articolo 30 comma 6 del Decreto Legislativo nr. 50 del 18/04/2016 e s.m.i. Codice dei contratti pubblici (obbligo della stazione appaltante dell’intervento sostitutivo per inadempienza retributiva dell’impresa affidataria), al fine di avere in tempi rapidi la soluzione delle criticità in atto (mancato pagamento retribuzioni);

Che con delibera del Direttore Generale del 05/12/2021 è stato erogato, direttamente dall’ASP Caltanissetta il saldo della retribuzione di settembre e la mensilità di ottobre 2021;

Che successivamente all’erogazione delle suddette spettanze le OO.SS. richiedevano, con lo stesso metodo, il pagamento della retribuzione di Novembre e la tredicesima mensilità, all’epoca già maturate e che per questioni strettamente burocratiche, tali spettanze, applicando la normativa vigente della sostituzione per inadempienza, si sarebbero allungati i tempi di erogazione, per cui si è giunto di concerto con il Responsabile Unico del Procedimento e il Direttore f.f. UOC Provveditorato ASP Caltanissetta ad fare autorizzare dal SEF l’erogazione delle somme residue delle fatture, direttamente alla Società Nuova Idea Srl , con l’esplicita avvertenza che le somme ricevute erano esclusivamente dedicate al pagamento delle spettanze di Novembre ai propri dipendenti;

Che la richiesta del Responsabile Unico del Procedimento al SEF per l’emissione del mandato di pagamento alla ditta per il valore residuo delle fatture, non è andata a buon fine per un presunto pignoramento verso terzi, avanzato da ente pubblico nei confronti della Società Nuova Idea;

Che con le stesse modalità, le Scriventi, nelle settimane scorse avevano richiesto il pagamento delle spettanze di dicembre 2021 e tredicesima mensilità, che per le lungaggini burocratiche i lavoratori potranno, probabilmente, ricevere il pagamento non prime del 24 gennaio c.m.

Premesso quanto sopra e Attese tutte le argomentazioni, di codesta società e della committente non giustificano i reiterati ritardi per il pagamento delle retribuzioni, ai lavoratori interessati, i quali hanno, è prestano la loro opera ordinariamente e ininterrottamente con abnegazione e professionalità.
Quindi, essendo tutti con famiglia e per la maggior parte monoreddito e impossibilitati a onorare il normale sostentamento familiare, gli impegni assunti con banche e finanziarie, costretti giornalmente ad affrontare le spese per recarsi sul posto di lavoro, non essendo più nelle condizioni di poter reggere tale situazione hanno impegnato le Scriventi ad intervenire.
Ritenuto inoltre, che i lavoratori interessati avevano, per un attimo, assaporato la fine di tale condizione in virtù dell’imminente cambio di gestione, per il quale nei giorni scorsi avevano formalizzato con la Società subentrante, il proprio passaggio alle dipendenze dal 16 u.s. che per un’intervenuta sentenza del Consiglio Di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana del 12/01/2022 (nr. 00032/2022REG.PROV.COLL. N. 00599/2021 REG.RIC. N. 00591/2021 REG.RIC. N. 00628/2021 REG.RIC.), l’ASP di Caltanissetta ha ritenuto, in via precauzionale, il rinvio dell’attivazione
dell’erogazione dei servizi, alla nuova società (Rekeep SpA) a far data dal 1 fbbraio 2022, data comunque da confermarsi.
Tale posticipazione, a nostro parere, è un uso smodato dell’interpretazione della sentenza, per un semplice motivo e cioè che la sentenza non fa riferimento al lotto 2 del procedimento di gara della Centrale Unica di Committenza (CUC) Regione Sicilia.
Pertanto, per tutto quanto espressamente sopracitato, chiedono a S.E. il Prefetto di Caltanissetta, un Autorevole nonché tempestivo intervento alfine di arginare la controversa vicenda che detiene orami da diversi mesi i lavoratori in una irragionevole condizione lavorativa e psicologica.
Infine, comunicano, comunque, la proclamazione dello stato di agitazione che potrà concludersi con lo sciopero nei termini dettati della normativa con eventuale sit-in innanzi la Prefettura.
In attesa di un Suo tempestivo riscontro colgono l’occasione per porgere Distinti saluti.

 

Nunzio Corallo Segretario Generale Filcams-Cgil Caltanissetta                                                Michelangelo Mazzola  Segretario Generale  UILTuCS AG-CL-EN

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.