Caltanissetta, pareggio nel test-match tra DLF Nissa Rugby ed RFC Falcons di Malta

Gara che ha divertito il pubblico: è stata una festa di sport in campo e nel terzo tempo

 

Una festa di sport. Questo doveva essere e questo è stata l’amichevole internazionale disputata al “M. Tomaselli” di Caltanissetta, sabato 27 novembre alle ore 19, tra la DLF Nissa Rugby e gli RFC Falcons di Malta che per tre giorni hanno apprezzato le bellezze del capoluogo nisseno.

Un caloroso e folto pubblico, nonostante il meteo non proprio ‘ridente’, è stato la cornice ideale per questo match, agonisticamente vibrante e molto avvincente, che si è concluso in parità, tre tempi da 20 minuti di rugby a 15: due mete per parte. Poi una quarta frazione di rugby a 7 al quale oltre alle due già citate protagoniste, hanno preso parte anche gli “amici” dei Tauri di San Cataldo. Erno dello stadio nisseno, è poi proseguito in due pub cittadini. Un perfetto esempio di sport e socialità all’insegno del rispetto e del divertimento.

Il coach Jonas Nahon dei Falcons ha dichiarato: “Caltanissetta è una bella città, ci siamo trovati bene. Abbiamo fatto un paio di visite interessanti, anche in ambito naturalistico al Parco Dubini. La temperatura un po’ rigida, ma il cibo eccezionale, ho preso già 2 kili in 24 ore, quindi perfetto. Abbiamo fatto ieri (ndr. venerdì) una sessione di video analisi per correggere i nostri errori. Siamo qui con una squadra ridotta, visto che molti sono rimasti a Malta o sono con la nazionale a Catania. Comunque abbiamo giocato almeno 30 minuti al massimo, ma poi siamo qui per divertirci, fare del buon rugby: ma siamo qui anche per poi festeggiare e condividere qualche birra”.

Andrea Lo Celso, direttore sportivo ed allenatore della DLF Nissa Rugby, sottolinea: “Una giornata di festa per tutti. Questo lo spirito del nostro sport qualunque sia la lingua parlata. Tanti sugli spalti a sostenerci ed a godersi lo spettacolo. È stata un amichevole che ha fatto divertire il pubblico e ha suscitato tanta voglia di far vincere la propria terra. Tre tempi di 20 minuti giocati a rugby a 15 e un quarto tempo sempre da 20 minuti di rugby a 7. Confrontarti con realtà estere è sempre bello e soprattutto stimolante. La ‘partita’ del terzo tempo tra le due compagini è stata ancora più divertente. Siamo contenti di aver regalato un gran bello e insolito evento ai nostri sostenitori ed ai nostri concittadini”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.