Area industriale Gela, interventi per migliorarla: Cna, “disponibilità da prefetto e sindaco”

GELA – Sulla situazione di forte emergenza dell’area industriale di contrada Brucazzi si è tenuto un incontro, che ha visto coinvolti il prefetto, Chiara Armenia, il sindaco Lucio Greco, il funzionario comunale Salvatore Lombardo, l’impresa Romano Lucia, il presidente provinciale di Cna, Giovanni Manduca, il presidente regionale Cna industria, Daniele Incorvaia e il segretario di Cna, Pasquale Gallina. C’è l’intenzione di definire un cronoprogramma di interventi e manutenzioni. Della questione, da tempo, si occupa la commissione consiliare sviluppo economico. “Si è resa nota fin dai primi minuti la vicinanza e la piena apertura del prefetto. Difatti, insieme alle imprese si è stabilito, già dalla prossima settimana, un calendario di impegni presso il Comune, offrendo la disponibilità di farsi carico di alcuni interventi da realizzare nell’area industriale. Oltremodo, il sindaco ha acconsentito a stabilire un incontro operativo nel quale si pianificheranno i primi interventi che l’amministrazione desidera realizzare”, si legge in una nota Cna. “D’altro canto, il prefetto, entro la prima decade di marzo, ha voluto prefissare un incontro presso l’aera industriale affinché abbia l’opportunità di verificare personalmente le prime azioni da svolgere e continuando a pianificarne le successive. Il prefetto ha tenuto a sottolineare l’importanza delle imprese e quella delle aeree di sviluppo industriale”, aggiungono i rappresentanti Cna. Le manutenzioni viarie ma anche i servizi, sono tra le priorità. “I vertici di Cna, altresì, si sono dichiarati soddisfatti dell’incontro avvenuto, evidenziando il risultato proficuo in un’ottica di rilancia dell’area industriale di Gela. Le azioni tempestive e le collaborazioni che nascono e lavorano unite sono fondamentali per la ripresa del territorio siciliano, affinché sia in grado di soddisfare ogni suo bisogno”, fanno sapere da Cna.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.