Andrea Camilleri: è attaccato a un macchinario per respirare

Lo scrittore Andrea Camilleri, 93 anni, è ricoverato in rianimazione dell’ospedale Santo Spirito di Roma per un arresto cardiorespiratorio. Le condizioni sono critiche anche se stabili e la prognosi resta riservata.

Lo scrittore è attaccato a un macchinario per respirare. In pronto soccorso è stata praticata la rianimazione cardiorespiratoria che ha permesso il ripristino dell’attività cardiocircolatoria. Camilleri è in rianimazione con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico”.

Tantissimi i messaggi rivolti allo scrittore. Tra questi quello di Fiorello, siciliano anche lui, che ha usato il dialetto su Twitter per incitarlo: “Avanti maistru… fozza susemini!!!”,  “Avanti maestro… forza alziamoci!!!”.

“Caro Maestro, siamo tutti in apprensione per te e siamo vicini alla tua famiglia – scrive su Facebook Ida Carmina, sindaco di Porto Empedocle, dove Camilleri è nato il 6 settembre del 1925 – Tu sei il nostro orgoglio, il simbolo di un paese che deve a te il rilancio in una platea mondiale e nella letteratura universale dei suoi difetti ma anche degli innumerevoli pregi”.

Camilleri si è sentito male a casa sua iieri mattina arrivando alle 9:15 al pronto soccorso.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: