Agricoltura: Federconsumatori Sicilia ospite della Commissione Attività Produttive. La Rosa: puntiamo ad agricoltura sostenibile, il dialogo non si interrompa

Federconsumatori Sicilia, insieme ad altre associazioni ed enti di ricerca, ha partecipato ieri in videoconferenza alla riunione della III Commissione Attività Produttive dell’ARS, presieduta dall’Onorevole Ragusa. All’ordine del giorno c’era la discussione del disegno di legge 533/2019 “Azioni a difesa della salute, dell’ecosistema, della biodiversità e della qualità dei prodotti agricoli siciliani“.

La presenza di Federconsumatori era giustificata dal fatto che l’associazione è stata, a partire da gennaio 2019, tra i protagonisti del tavolo di coordinamento regionale dal quale sono scaturite le basi del disegno di legge 533. Alla Commissione Attività Produttive, quindi, Federconsumatori Sicilia ha ribadito l’urgenza di contrastare la possibilità di utilizzare in agricoltura convenzionale dosi massicce di fitofarmaci e, contestualmente, di incentivare le produzioni agricole più sostenibili.

La visione dell’agricoltura di Federconsumatori Sicilia si basa sul principio, innegabile, che la salute del cittadino consumatore può essere tutelata in modo molto più efficace se la produzione agricola prevede un uso nettamente minore di agrofarmaci. Una scelta del genere, inoltre, garantirebbe una maggior tutela dell’ambiente e della biodiversità, che sono beni comuni ai quali non è possibile rinunciare.

Dobbiamo iniziare a parlare non più di agricoltura – spiega il presidente di Federconsumatori Sicilia, Alfio La Rosa – ma di Agroecologia: dobbiamo far convivere agricoltura ed ecologia e puntare sia al benessere economico dei produttori che alla salute dei consumatori e dell’ambiente“. Federconsumatori Sicilia si è quindi impegnata ad elaborare una visione, poi confluita nel disegno di legge 533, che promuova la nascita di un’alleanza tra produttori, associazioni di consumatori e ricercatori universitari. Una alleanza fatta di proposte concrete per una transizione verso la produzione agroecologica e un cambiamento del sistema alimentare.

Ci fa molto piacere che la Commissione Attività Produttive dell’ARS abbia ripreso questo discorso – continua La Rosa – perché secondo noi il dialogo deve proseguire fino a quando l’Assemblea Regionale non approverà una nuova legge sull’agricoltura siciliana che riesca a coniugare le legittime esigenze degli imprenditori agricoli con i diritti dei consumatori e con la tutela dell’ambiente. Senza dialogo questo obbiettivo diventa molto difficile da raggiungere“.

La concretezza della visione di Federconsumatori Sicilia è dimostrata dalla proposta di rilasciare, a titolo gratuito, uno specifico marchio di qualità alle “aziende agroecologiche“. Tale marchio di qualità avrebbe il doppio vantaggio di indirizzare il consumatore verso l’acquisto di prodotti agricoli salubri e sostenibili e, allo stesso tempo, di aiutare l’imprenditore agroecologico a posizionare il suo prodotto in un segmento di mercato più remunerativo.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: