Addio a Franco Battiato, muore il “maestro” della musica italiana

La musica italiana è in lutto per la morte del Maestro Franco Battiato, all’anagrafe Francesco Battiato: cantautore, compositore, musicista, regista e pittore italiano. Nato il 23 marzo 1945 a Riposto, allora Ionia, in provincia di Catania.

Dal rock progressivo e all’avanguardia alla musica leggera, approfondendo anche la canzone d’autore. E ancora la musica etnica, quella elettronica e l’opera lirica. Tanti gli stili che hanno caratterizzato la “vita musicale” di Battiato.

Ma non solo musica, Franco si è cimentato anche nella pittura e nel cinema. Non è un caso se è stato uno tra gli artisti con il maggior numero di riconoscimenti da parte del Club Tenco, con tre Targhe e un Premio Tenco.

Tra novembre 2012 e marzo 2013 ha portato avanti una brevissima esperienza in qualità di assessore al turismo della Regione Siciliana nella giunta di centrosinistra del presidente Rosario Crocetta, dichiarando di non voler ricevere alcun compenso.

Battiato non è guarito dalla malattia che l’aveva portato via dalla canzone, dalla parola, dalla sua Sicilia. E la sua assenza apre ferite mai rimarginate, scuote il mondo in estinzione della canzone d’autore storica italiana. Oggi risuoneranno le sue canzoni, si dirà, ed era vero, che per molti di noi è stato e resterà un Centro di gravità permanente e che nessun j’accuse scosse l’Italia berlusconizzata quanto il suo lancinante grido di Povera patria, come quello sconsolato sguardo su una primavera che tardava ad arrivare.

 

 

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: