25 aprile, consegnate dal prefetto due medaglie al valore civile

CALTANISSETTA – In occasione del 76° anniversario della Festa della liberazione, alla presenza del Prefetto di Caltanissetta, Dott.ssa Chiara Armenia, del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Baldassare Daidone, del Sindaco della Città di Caltanissetta e del Presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani di Caltanissetta, nel corso di una breve e contenuta cerimonia tenutasi nel rigido rispetto delle disposizioni anti Covid-19, si è svolta la tradizionale deposizione della corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti di Viale Regina Margherita.

A seguire, presso il Palazzo del Governo, il Prefetto, alla presenza dei Sindaci di Niscemi e di Butera e del Presidente dell’ANPI, ha consegnato le Medaglie d’onore in favore dei deportati e internati, conferite dal Presidente della Repubblica agli eredi di due cittadini di questa provincia. Tra gli insigniti il Sig. Francesco Buccheri di Niscemi imprigionato dai nazisti il 12 settembre del 1943 e poi internato e sottoposto al lavoro coatto fino alla sua liberazione l’8 maggio 1945 da parte delle truppe alleate. L’altra medaglia è stata conferita in memoria del Sig. Carmelo Di Tavi catturato dalle truppe tedesche il 19 settembre del 1943 e successivamente deportato in Germania fino alla sua liberazione il 15 aprile 1945.

Nel celebrare il sacrificio di questi valorosi cittadini della comunità nissena, il Prefetto ha ricordato che tutti, non solo oggi in occasione di questa ricorrenza ma ogni giorno, siamo chiamati a preservare e rinsaldare quei valori per cui gli odierni insigniti si sono battuti, nei gesti quotidiani, nelle piccole attenzioni, senza lasciarsi andare all’indifferenza o all’egoismo, condannando la violenza, la prevaricazione e ogni forma di discriminazione.

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: