“Sicilia dunque penso”, al via lunedì 14 maggio

CALTANISSETTA – Si svolgeranno alla “Strata ‘a foglia” (via Consultore Benintendi) le due anteprime – lunedì 14 e lunedì 28 maggio, dell’edizione 2018 di “Sicilia dunque penso”, breve ciclo di incontri promossi da un gruppo di appassionati della lettura (di libri, del territorio…). Il tema di quest’anno è “Sogni”, e sarà il riferimento dei tre giorni di incontri in programma dal 31 maggio al 2 giugno. Le due anteprime hanno il sottotitolo “Un’altra Sicilia è possibile”, e sono stati invitati a parlarne due testimoni di azioni concrete: Andrea Bartoli, il 14 maggio, Ornella Laneri il 28 maggio. Bartoli, di professione notaio, insieme con la moglie Florinda Saieva ha realizzato ha realizzato una rivoluzione urbanistica, culturale, sociale nel vecchio centro del paese, acquisendo e ristrutturando alcune vecchie case fatiscenti diventate adesso “Farm cultural park”, che è una fucina continua di iniziative artistiche e culturali ed è diventata oggetto di attenzione in tutto il mondo. Ornella Laneri è una intraprendente e coraggiosa che a Catania amministra lo Sheraton (hotel costruito dal padre molti anni fa) e ha creato una fondazione (“Oelle”, dalle sue iniziali) con l’obiettivo di un ruolo sociale e culturale che agevoli la crescita del territorio, “sostenendo realtà che da sole non avrebbero la forza”. Nella “Strata ‘a foglia” i due incontri di anteprima si terranno all’aperto, nell’area che da poco è diventata isola pedonale e con l’apertura recente di alcuni locali è diventata luogo di riferimento per una sorta di “movida” cittadina.

La scelta dei luoghi è in relazione con il carattere dell’iniziativa (progetto “aperto” alla città) e con le motivazioni che l’ispirano fin dalla prima edizione: “Un momento di riflessione anche sul senso della letteratura, in un approccio al vivere che dia valore   all’ascolto, alla capacità di sognare, alla lettura. Perché in una società che mira solo al profitto e all’utile, un libro è anche questo. Fermarsi per ascoltarsi. Sostare. Pensare, immaginare. Scendere nella profondità per capire, risalire e andare avanti. Per credere che sia possibile un cambiamento, una Sicilia nuova” con le energie e le competenze di tanti siciliani – giovani e no – che spesso non hanno voce.

Dal 31 maggio al 2 giugno gli incontri si terranno, come già l’anno scorso, nell’isola pedonale di corso Umberto dove sono previste anche attività di studenti di alcune scuole cittadine. Due incontri, in un pomeriggio, si svolgeranno all’interno del quartiere Provvidenza. Il programma dettagliato sarà reso noto il 14 maggio, nel corso dell’anteprima con l’intervento degli organizzatori e di amministratori comunali (il Comune patrocina l’iniziativa)

Related posts

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: