Salvaguardiamo la sicurezza stradale dei ciechi e dei loro cani guida…

Come abbiamo segnalato lo scorso anno il Sig. Eduardo Mattina, cieco totale, ogni giorno ritrova la libertà di muoversi per le vie della città in totale autonomia, poiché si fa accompagnare dal suo inseparabile cane guida nonché compagno di vita, che risponde al nome di Laila.
Il Sig. Eduardo tuttavia da diverso tempo ha lamentato con noi la presenza di macchine parcheggiate sui marciapiedi, che intralciando fortemente il suo percorso lo costringono a fare giravolte che non soltanto gli rendono sgradevole la camminata, ma rappresentano un pericolo per la sicurezza sua personale e del suo cane guida.
La decisione di questa Sezione di rendere pubblico il disagio del Sig. Eduardo trova fondamento in due motivazioni: da un lato intende rappresentare un appello alla civiltà ed allo spirito di solidarietà degli automobilisti per indurli a riflettere sulle conseguenze della loro scelta di parcheggiare sui marciapiedi che, oltre a comportare il rischio di una bella contravvenzione rappresenta un pericolo gravissimo per i pedoni che, come il Sig. Eduardo, contano sulla educazione civica, oltre che sulla sensibilità della cittadinanza per la salvaguardia della loro sicurezza; dall’altro, con questa segnalazione s’intende richiamare l’attenzione dell’Autorità preposta al controllo stradale affinchè s’intensifichi la vigilanza per le vie cittadine al fine di garantire una circolazione sicura ed ordinata non soltanto agli autoveicoli ma anche a tutti i pedoni.
Ci si potrà obiettare ragionevolmente che il Comune non dispone di risorse umane sufficienti ad assicurare un controllo tale da garantire che  tutti i marciapiedi  cittadini siano sgombri da autovetture, quindi il nostro appello è rivolto soprattutto alla cittadinanza affinchè liberamente possa sperimentare i benefici derivanti dal rispetto delle regole di una civile convivenza.
Questa Sezione dell’Unione Italiana Ciechi auspica fortemente, che in un futuro non lontano, le diverse persone che, a dispetto della disabilità visiva, compiono la scelta coraggiosa di muoversi per le strade di Caltanissetta con l’ausilio del loro cane guida, possano esercitare nella città in cui hanno scelto di vivere, il diritto di muoversi in totale sicurezza.

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.