Search

Rotazione di 66 impiegati comunali, intervengono i consiglieri Maira, Delpopolo e Bruzzaniti

CALTANISSETTA – RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO – Ancora una volta ci troviamo costretti a dover replicare al comunicato inviato agli organi di stampa da due delle ormai famose “tre gambe” della amministrazione comunale: Polo Civico e Centristi per Caltanissetta…Argomento, l’ormai celeberrimo piano di ricognizione del personale con la rotazione di 66 impiegati comunali.

Ben venga la doverosa, seppur forse inopportuna, difesa d’ufficio sull’operato della Giunta, (anche se alle volte sarebbe meglio tacere), ma di certo poco cortese appare l’aver tirato in ballo l’ex Assessore avv. Massimiliano Centorbi il cui unico torto, probabilmente, è quello di essersi defilato per tempo da questo “esercito di Franceschiello” che ogni giorno di più non fa che mostrare i propri limiti.

Apprendiamo dal comunicato che la delibera, “oltreche’ nel programma dell’attuale maggioranza, trova sostanziale fondamento nel lungo percorso avviato dall’avv. Massimiliano Centorbi, già assessore con delega al personale”….Cos’altro inventarsi per legittimare una scelta che oltre che scellerata è del tutto illegittima?

Ebbene, da una attenta lettura di tutta la vicenda (basti leggere le vecchie delibere), è chiaramente rilevabile che le cose non stanno proprio così.

Ricordiamo infatti a noi stessi che, allorquando si insiediò, l’Avvocato Centorbi dovette mettere mano all’intero piano di stabilizzazione del personale precario (in quanto quello precedente era stato impugnato dinnanzi alla G.A. ed era stato annullato), prevedendo tra l’altro la procedura di stabilizzazione di 46 dipendenti a tempo indeterminato e 43 nuove assunzioni. Detto piano fu esitato nel dicembre del 2014 con relativa copertura finanziaria.

Alla luce di tale incremento di personale l’avv. Centorbi aveva previsto un aumento delle Dirigenze, da 6 a 8/10 unità proprio come espressamente richiesto dal Nostro Sindaco che voleva, a tutti i costi, anche la Dirigenza per la comunicazione….(sic!!!!); persino l’Ufficio Stampa era stato previsto, con tanto di Dirigente e relativo personale (ufficio oggi invece totalmente “cancellato” dalla Amministrazione”).

All’esito delle relative assunzioni si sarebbe poi provveduto alla relativa rotazione del personale in ossequio alla legge 190 del 2012 (legge sull’anti-corruzione), secondo un criterio ed un ordine imprescindibile: prima la Dirigenza, poi le Posizioni Organizzative ed infine, e solo in caso di necessità, la rotazione del personale di categoria “C”. Insomma tutto secondo le norme ed un criterio ben stabilito…..Ma ovviamente tutto troppo bello per essere vero; alla fine tutto viene bloccato, l’assessore Centorbi si dimette ed il suo piano riorganizzativo oggi viene totalmente stravolto  dalla attuale Giunta che, senza alcun reale confronto con i sindacati e con le opposizioni, ha difatto capovolto tutto procedendo con forzature e senza alcun criterio a quella che Loro chiamano “rimodulazione del personale” ma che di fatto non è altro che un vero e proprio “pastrocchio” a fortissimo rischio di impugnazione dinnanzi la autorità giudiziaria, e che ha solo ingenerato ulteriore ed enorme confusione tra il personale.

E cosa dire delle ultime correzioni apportate alla delibera; semplici errori di trascrizione o illegittimità ed errori da più parti prontamente  rilevate ed alla fine rettificate in extremis?

A questo punto ci chiediamo se tutto cio’, estremamente mortificante per le competenze e le professionalità degli impiegati comunali, sia solo conseguenza di improvvisazione e di impreparazione, (cosa già di per sè grave), o peggio, non sia di fatto l’ennesimo tentativo di cercare di far passare per la finestra ciò che non si riesce, o non si è riusciti, a far passare per la porta, con l’unico risultato di “gridare al cambiamento per poi non cambiare nulla” bloccando così l’attività amministrativa del Comune; ed alla fine chi ne piangerà le conseguenze?

Loro vadano pure Avanti (almeno questo è il loro “spot”) ma così facendo alla fine tutta la Città andrà sempre piu’ indietro.

Ed  è per questo che ancora una volta, e con forza, chiediamo alla Amministrazione l’immediato ritiro della delibera ed il contestuale avvio di un serio percorso di rimodulazione che coinvolga realmente i dipendenti ed i loro rappresentanti sindacali.

I Consiglieri Comunali

Alessandro Maira

Guido Delpopolo

Gianluca Bruzzaniti

Related posts

Leave a Comment

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.