Primo “Cube of Truth” con gli Anymous for the Voiceless a Caltanissetta

Anonymous for the Voiceless è un’ organizzazione specializzata in diritti degli animali e in attivismo stradale.
Nata nel 2016 in Australia, è presente in oltre 1000 città nel mondo.
E’ un’Organizzazione intersezionalista, antispecista, apolitica, antirazzista, antiomofoba, areligiosa, non violenta e inclusiva.
Rifiuta ogni forma di violenza, di fanatismo, di aggressione fisica e verbale e non ha fini di Lucro.
L’Organizzazione assume una posizione abolizionista nei confronti dello sfruttamento animale.
Si muove in maniera pacifica per i diritti e il rispetto di ogni forma di vita e quindi di tutti gli animali del pianeta, compresi gli esseri umani, per la salute e per la tutela dell’ambiente.
Anonymous for the Voiceless (Anonimi per chi non ha voce), mostrando riprese di pratiche locali e standard inerenti allo sfruttamento animale, espone le persone a quello che viene abitualmente ‘omesso’ intenzionalmente, sensibilizzando e ponendo l’attenzione verso la scelta antispecista, non intesa come imposizione ma come punto di arrivo di una presa di coscienza collettiva.
I volontari di AV forniscono al pubblico tutte le risorse letterarie, le informazioni ed il supporto pratico per passare ad uno stile di vita senza sfruttamento animale. Anonymous for the Voiceless, si muove programmando dei flashmob, identici in tutto il mondo, detti “CUBE OF TRUTH” (CUBO DELLA VERITÀ), durante i quali, i volontari, vestiti di nero e indossanti la maschera di Guy Fawkes, formano un ‘cubo umano’, posizionandosi spalla contro spalla e, reggendo un dispositivo elettronico. Gli attivisti mostrano riprese inerenti lo sfruttamento animale, collegato agli allevamenti intensivi, all’industria casearia, alla pesca ed in generale  alle condizioni in cui sono costretti a vivere gli animali sulla terra.
Fuori dal ‘cubo’ altri volontari provvedono a dare spiegazioni ,delle immagini proiettate ove se ne ritenga necessario, alle persone che si avvicinano spontaneamente.
I volontari di Anonymous for the Voiceless indossano la maschera perché sono portavoce di un messaggio rivolto a tutti, senza discriminazioni di razze, età, sesso o etnia.
Durante le dimostrazioni del Cubo della Verità, si è presenti per promuovere un messaggio puramente antispecista e per cercare di indurre i passanti a questo tipo di scelta attraverso una conversazione.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: