La 64^ Coppa Nissena 11° e penultimo round di CIVM

Presentata la gara organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta che dal 21 al 23 settembre completerà la mini serie tricolore siciliana. Raggiunta quota 200 iscritti, attesa per le sorti della corona assoluta e i 7 titoli ancora in ballo.

CALTANISSETTA – E’ stata presentata la 64^ Coppa Nissena che con i suoi 200 iscritti da venerdì 21 a domenica 23 settembre, è 11° e penultimo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna 2018, con validità per la serie cadetta Trofeo Italiano Velocità Montagna sud e il Campionato Siciliano salita per auto moderne e storiche. La longeva competizione organizzata dall’Automobile Club Caltanissetta entrerà nella fase clou domani, venerdì 21 settembre, quando nella mattinata si terrà la tavola rotonda “La Sicurezza Stradale e i Giovani” tradizionale incontro voluto dal Presidente dell’AC nisseno Carlo Alessi, particolarmente attento al tema trattato. Vi sarà anche una mostra fotografica nell’atrio del Municipio cittadino per ripercorrere le 63 edizioni disputate di una gara dal fascino indiscusso e sempre teatro di accese sfide. L’attenzione si sposterà definitivamente sulle auto da gara dalle 14.30 quando, presso la sede ACI in via Pietro Leone, si terranno le verifiche tecniche e sportive che si chiuderanno alle 20.30. Sabato si accenderanno i motori da gara alle 9.30 con la prima delle due salite di ricognizione sui leggendari 5.730 metri che da Ponte Capodarso portano in località Santa Barbara alle porte della città. Un tracciato scorrevole ed altamente tecnico, che domenica 23 settembre sarà teatro delle sfide che delineeranno le classifiche per il Campionato Italiano Assoluto e quelle dei 7 gruppi tricolori ancora da assegnare: E2SS, Sportscar Motori Moto, CN, GT, E1, N e “Bicilindriche”. Alle 9 il Direttore di Gara Alessandro Battaglia e gli aggiunti Michele Vecchio e Lucio Bonasera daranno il via a gara 1 a cui seguirà gara 2 prima della consueta premiazione presso il villaggio Santa Barbara.

Un cerchio per il successo assoluto che si è stretto ma non si definisce tra il trentino Christian Merli su Osella FA 30 EVO Zytek, neo Campione Europeo e nuovo leader tricolore dopo la vittoria ad Erice anche se solo per mezzo punto. Il portacolori Vimotorsport sul prototipo monoposto di gruppo E2SS ufficiale, dotato di gomme Avon ha finora vinto 5 appuntamenti: Erice, Verzegnis, Ascoli, Trento e Sarnano. Non molla e si batte con tenacia Omar Magliona il sardo della CST Sport neo Campione Italiano gruppo E2SC, ha vinto al Nevegal, Fasano, Gubbio e Pedavena sulla Norma M20 FC Zytek che cura il Team Faggioli e monta pneumatici Pirelli. Tra i due sempre più incuneato il catanese Domenico Cubeda sulla Osella FA 30 Zytek, che ha il titolo di gruppo nel mirino e si è costantemente fatto più incisivo con una serie di podi, il successo a Morano ed il 2° posto domenica scorsa ad Erice. Ma i riflettori sono puntati anche sul giovane trapanese Francesco Conticelli che al volante della Osella PA 2000, ha allungato le mani sulla Coppa di classe 2000 cc tra le biposto ed ha brillato in casa con il 4° posto. Anche papà Vincenzo Conticelli ha dato prove di confermata esperienza sulla muscolosa Osella PA 30 Zytek, mentre si è fatto insidioso l’esperto e sempre verde ragusano Giovanni Cassibba appena salito sulla Osella PA 30 Mugen con cui il portacolori della Catania Corse ha instaurato un perfetto feeling. Su Osella PA 2000 ci sarà anche il giovane sardo Sergio Farris, sempre più a suo agio con biposto e rientra anche il calabrese già campione italiano Luca Ligato, anche lui per l’occasione su Osella PA 2000. Tornano a caccia di punti di classe 2500 i sciliani Manlio Munafò e Giuseppe Di Marco, rispettivamente su Osella PA 20S e PA 27 BMW. Anche il più giovane di casa Cassibba, Samuele, ha messo nel mirino la Coppa di classe 2000 delle monoposto che si contende con l’appassionato e bravo leader trentino Gino Pedrotti, entrambi sulle Tatuus F. Master. Una bella disputa per il neo istituito titolo Sportscar Motori Moto, le vetture spinte da un motore di derivazione motociclistica, dove in testa c’è il veneto Federico Liber sulla Gloria C8P, che ad Erice complice l’esordio sul tracciato, ha ceduto il passo al determinato e sempre più brillante potentino Achille Lombardi che a Caltanissetta si conferma in versione tester per la aggiornata agile e leggera Osella PA 21 Jrb BMW di classe 1000, affidata al Team Puglia e sulla quale lo stesso costruttore ha effettuato degli efficaci sviluppi. In casa sarà da tenere d’occhio il giovane del Motor Team Nisseno Rino Giancani su Elia Avrio, come tra le monoposto sempre in classe 1000 ci sarà il palermitano Antonino Rotolo sulla Gloria, entrambi i siciliani in corsa per i punti di TIVM. Per il podio delle motorizzazioni moto ed anche per il primato in classe 1.6 delle biposto E2SC arriva dalla Puglia Giovanni Angelini su Radical SR4. A parte la sfida di vertice per la classe 1.6 dietro Liber tornano in disputa il catanese Orazio Maccarrone anche lui su Gloria monoposto, ma anche Agostino Bonforte, il giovane ragusano su Gloria C8P. Continua la storia infinita di gruppo CN, dove rimane in testa l’assente salernitano Cosimo Rea su Ligier, ma il calabrese di Castrovillari Rosario Iaquinta è in piena risalita al volante dell’Osella PA 21 EVO del Team Catapano, ma sul tracciato nisseno incrocerà tra gli altri anche il Antonio Piazza vincitore ad Erice su Norma ed il giovane Angelo Marino, il campano in evidenza durante la stagione sulla Lola F.3000, ma che ora passa sulla Osella PA 21 EVO. Ad Erice la giovane Martina Raiti si è ben messa in evidenza sulla versione Junior da 1600 cc delll’Osella ed ora la driver trapanese figlia d’arte ci riprova.

Nuova sfida per il gruppo GT dove dopo la vittoria ad Erice Lucio Peruggini su Ferrari 458 GT3 è tornato in vetta. Il foggiano della AB Motorsport è determinato, almeno quanto il più diretto avversario Marco Iacoangeli. Il romano che la scorsa settimana ha corso malgrado le conseguenze di una toccata in prova per la sua bella BMW Z4 ed ha chiuso al 3° posto, adesso certamente mira al successo. sarà una sfida top considerando la possibilità di espressione delle due super car sul tracciato nisseno. Ma attenzione al rientrante siracusano della One Racing Ignazio Cannavò sula ritrovata Lamborghini Gallardo, con cui si è rivelato molto pungente come ha dimostrato il 2° posto della scorsa settimana. Altro rientro da temere è quello del partenopeo Piero Nappi, ora forte dell’adeguamento alle salite realizzato per la bella Aston Martin Vantage, che saprà esprimersi al meglio sul tracciato nisseno. Sul fronte Porsche altra gara nella sua Sicilia per il driver della New Turbomark residente a Bergamo Rosario Parrino.

In gruppo E2SH dopo la consegna del titolo a Manuel Dondi, è sempre più scatenato il campano Giuseppe D’Angelo che ha trovato una intesa ideale con la Renault Clio di classe 2000 portacolri Campobasso Corse. In casa ci tiene ad essere protagonista Giovanni Carfì sulla bella BMW M3.

Non finisce di stupire il gruppo E1 dove il campano della scuderia Vesuvio Luigi Sambuco al volante dell’Alfa 155 arrivata dai circuiti e preparata da SAMO Competition, ha inanellato una serie di squillanti vittorie, interrotte ad Erice per noie elettriche, ma che non gli hanno impedito di portarsi ad un passo dal titolo. Potrebbe lambire la testa del gruppo il giovane leader di classe E1 1.6 turbo Andrea Palazzo, l’alfiere Fasano Corse che sulla Peugeot 308 Racing Cup curata da AC Racing, è saldamente in testa al trofeo Under 25 e si è proposto come protagonista di classe e gruppo, anche se tallonato dal corregionale Vito Tagliente su vettura uguale e vincitore della classifica aggregata domenica scorsa, senza aver vinto le due gare andate proprio a Palazzo e Sambuco. In classe 1.6 turbo anche il catanese Angelo Roberto Faro sulla estrema Fiat Uno Turbo salito già protagonista ad Erice. Gara d’allungo per il pesarese della Scuderia Catria Maurizio Contardi che sulla Honda Civic, dopo il successo ericino ha afferrato la Coppa tricolore, ma ci sarà l’appassionato bresciano “Zio Fester” anche lui sulla Honda Civic. In classe 2000 presenze insidiose sono quelle dei padroni di casa Roberto Lombardo su Renault Clio Williams e Maurizio Anzalone sulla versione RS della Clio, mentre rientra in gioco dopo la tocctaa ad Erice anche Alfio Tudisco.

In gruppo A i neo Campione Altotesino Rudi Bicciato onora il suo 13° titolo e 12° in salita al volante della Mitsubishi Lancer portacolori della Scuderia Mendola e sarà al via per puntare dritto al successo, anche se per completare il podio è divenuta usuale la sfida tra le Peugeot 106 protagoniste della classe 1.6 del catanese Angelo Guzzetta, attualmente in vantaggio grazie ad una serie di successi consecutivi, tallonato dal pugliese Rino Tinella, sempre pronto all’attacco. Mentre per la classe 2000 il triestino Paolo Parlato ha chiuso il discorso e conquistato la Coppa sulla Honda Civic Type-R.

Gabriella Pedroni ha già la certezza della Coppa Dame CIVM, ma alla determinata lady trentina della Pave Motorsport manca ancora la matematica per il titolo di gruppo N che insegue con caparbietà sulla Mitsubishi Lancer e per il quale non da tregua il trentino di Sorrento Antonino Migliuolo, anche lui su Mitsubishi Lancer, con cui ha ottenuto 5 successi in gara e diversi record di categoria quest’anno. Altra appassionante sfida per il podio e per la classe 1.6 arriva dalle Citroen Saxo del lucano Rocco Errichetti, in questo momento davanti con 6 vittorie all’abruzzese di Speed Motor Vincenzo Ottaviani. Per la classe 2000 il pugliese Angelo Loconte su Honda Civic Type-R potrebbe agguantare il comando, anche se in gara l’esperto rallista Carmelo Lanzalaco su Renault Clio e il pugliese Gianvito Schena su Alfa 156 saranno avversari ostici.

Anche il Campione Italiano Racing Start Plus Giovanni Loffredo onora i Campionato fino in fondo al volante della MINI John Cooper Works. A Caltanissetta il poliziotto salernitano della Tramonti Corse correrà senza assilli di classifica, quindi, proto a dare sfogo alla sua esperienza sulla vettura della DP Racing gemella di quella del catanese della Scuderia Etna Salvatore D’Amico, che sul tracciato di casa sarà molto insidioso, dopo il successo ad Erice. Se per la classe 2000 si riproporrà il duello tra le Renault Clio del catanese Salvatore Guzzetta e del siracusano di Lentini Adriano Scammacca, in classe 1.6 è match point con il pugliese Marco Magdalone che vuole difendere il comando sulla Honda Civic ed il catanzarese Gianluca Rodino che sulla Peugeot 106 attaccherà il podio non solo di classe ma anche di gruppo. In classe 1.4 il catanese Domenico Budano avrà l’obiettivo di allungare in classe 1.4 in CIVM e TIVM con la Peugeot 106.

A Caltanissetta in Racing Start RSTB sfide aperte pensando solo al TIVM tra accreditati nomi ad iniziare dal pugliese Domenico Tinella o il messinese sempre più a suo agio nel tricolore Agostino Scaffidi, Enrico Parasiliti, la driver pugliese Annamaria Fumo ed il sempre verde bergamasco Mario Tacchini, tutti su MINI. Tra le vetture aspirate della RS tornano in gara per i punti TIVM il siciliano Adriano Piccolo su Renault Clio ed campano Francesco Paolo Cicalese sula Honda Civic Mk3 di classe 1.6, ma anche Sebastiano Belardi vincitore ad Erice su Citroen Saxo.

Emozioni ed incertezza arrivano dalla “Bicilindriche” dove ancora tutto può succedere tra le Fiat 500 di vertice. Certo il calabrese di Villa San Giovanni Domenico Morabito con il secondo posto trapanese è rimasto in testa e il portacolori Piloti per Passione controlla il catanzarese campione in carica Angelo Mercuri, alfiere New Generation, che ha sofferto un pò in questa stagione per dei capricci di motore, ma come accaduto ad Erice qualcuno è in agguato ed il vincitore Antonino Cardillo si ripresenta, come anche il calabrese Mirko Paletta, attualmente 3°.

Classifiche CIVM dopo 10 gare: Assoluta: 1 Merli 120; 2 Magliona 119,50; 2 3 Cubeda 111. Bicilindriche: 1 Morabito 89,50; 2 Mercuri 68,50; 3 Paletta 55,5. RS: 1 Gullo 113,25; 2 Vassallo 94,5; 3 Furleo 67. RSTB: 1 Scappa 120; 2 Montanaro 85; 3 Lappani 42. RS+: 1 Loffredo 120; 2 D’Amico 65,50; 3 Ghizzoni 46. N: 1 Pedroni 125; 2 Migliuolo 110; 3 Mercati 84,5. A: 1 Bicciato 150; 2 Guzzetta 106,5; 3 Tinella 81,5. E1: 1 Sambuco 126; 2 Sbrollini 84,5; 3 Palazzo 79,50. GT: 1 Peruggini 140; 2 Iacoangeli 133; 3 Ragazzi 58. E2SH: 1 Dondi 150; 2 Tancredi 89,5; 3 Gabrielli 64. CN: 1 Rea 80; 2 Turatello 72,5; 3 Iaquinta 68,50. E2SC: 1 Magliona 150; 2  Conticelli F 104,5; 3 Lombardi e 80,5. E2SS: 1 Cubeda 130; 2 Merli 120; 3 Liber 90,5. Sportscar Motori Moto: 1 Liber 142,50; 2 Lombardi 123,5; 3 Pezzolla 90.

Calendario CIVM 2018: 4-6 maggio 44^ Alpe del Nevegal (BL); 25-27 maggio 48^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 8-10 giugno 61^ Coppa Selva di Fasano (BR); 22-24 giugno 57^ Coppa Paolino Teodori (AP); 29 giu -1 lug 68^ Trento-Bondone (TN); 20-22 luglio 8^ Salita Morano-Campotenese (CS); 3-5 agosto 28° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 17-19 agosto 53° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 31 ago – 2 set 36^ Pedavena-Croce D’Aune (BL); 14-16 settembre 60^ Monte Erice (TP); 21-23 settembre 64^ Coppa Nissena (CL); 5-7 ottobre 24^ Luzzi – Sambucina (CS).

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.