Giudice presenta la nuova segreteria confederale: giovani, umili e con esperienza

CALTANISSETTA – Ignazio Giudice, eletto all’unanimità appena due giorni fa presenta la squadra che lo affiancherà nei prossimi 4 anni, cioè la segreteria confederale provinciale della CGIL. La composizione sarà questa, Antonella Cascino e Lia Di Girolamo  già in segreteria confederale nel corso del primo mandato  di Giudice, proposte e rieletto, così come fanno parte della squadra Franco Cosca attuale Segretario Generale FILLEA CGIL, il sindacato degli edili, Cosca proviene da una lunga militanza nella categoria , per anni è stato lavoratore in produzione e componente del direttivo provinciale, successivamente segretario organizzativo della stessa categoria fino ad assumere la direzione politica di primo piano in provincia di Caltanissetta oltre a seguire gli enti bilaterali per la Fillea Cgil Regionale, inoltre Giudice ha proposto Giuseppe Randazzo attuale segretario generale FLAI CGIL, categoria che si occupa del settore agro industriale, Randazzo proviene dalla direzione provinciale e regionale e  dell’alpa (associazione lavoratori produttori agricoli) e per alcuni anni è stato anche nell’ufficio di presidenza nazionale della stessa associazione, inoltre si è occupato di patronato Inca per più di un decennio. La Segreteria confederale, ha affermato soddisfatto Giudice – è giovane ma con la dovuta esperienza, tutti siamo già a lavoro per dare risposte concrete al mondo del lavoro, nella consapevolezza che dalla crisi non siamo ancora usciti e le urgenze da affrontare sono tante. “Senza lavoro non può esserci coesione sociale e anche la tenuta democratica del Paese è in pericolo”. Lo ha detto ieri Monica Genovese segretaria Cgil Sicilia intervenendo al 18 Congresso della Cgil di Caltanissetta. ” Le scelte assistenzialistiche del Governo Nazionale rappresentate dal reddito di cittadinanza insieme alla assenza di questo Governo Regionale – ha proseguito Genovese – finiranno per allargare il divario tra le aree del Paese obbligando i nostri giovani a emigrare in cerca di un futuro migliore. Ecco perché – ha concluso – questo Congresso deve rimettere al centro il tema del lavoro come diritto di cittadinanza per tutti, ed il congresso della Cgil della provincia di Caltanissetta lo ha fatto ed ha dimostrato di avere le idee chiare e l’adeguata adesione del gruppo dirigente per affrontare con rigore e autorevolezza le sfide odierne.

Da sinistra: Franco Cosca, Lia Di Girolamo, Ignazio Giudice, Antonella Cascino e Giuseppe Randazzo

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.