Fondi europei, allarme M5S: “Appesi a un filo dai 200 ai 400 milioni di euro”

Il deputato Sunseri a margine della commissione bilancio Ars: “Turano fa scaricabarile sui governi precedenti, che però sosteneva. Il governo nazionale ci dà il massimo supporto, ma in Sicilia la spesa certificata è praticamente ferma da un anno”.  

PALERMO –  “Lo scaricabarile dell’assessore Turano sui governi precedenti, che peraltro lui sosteneva, sulla capacità della Regione di spendere i 720 milioni di euro che l’Europa ci pone come obiettivo entro la fine dell’anno, equivale a una preventiva ammissione di fallimento. Sono appesi a un filo da 200 a 400 milioni di euro”. A lanciare l’allarme è il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Luigi Sunseri, al termine della seduta di commissione Bilancio, dove erano presenti tra gli altri i funzionari del dipartimento regionale alla programmazione e dove si è fatto il punto sulla certificazione della  spesa dei fondi europei. “A otto mesi dall’insediamento del governo Musumeci – spiega Sunseri – e a cinque mesi dalla fine dell’anno, data entro la quale l’Europa ci dà l’obiettivo da raggiungere, la spesa certificata è ancora ferma all’anno precedente. Turano non ha dato nessuna accelerazione alla spesa e anzi parla politichese mettendo le mani avanti, in maniera tutt’altro che velata e scaricando le responsabilità verso i governi precedenti che peraltro sosteneva. Da parte del Governo nazionale, la Sicilia sta ricevendo il massimo supporto dal Ministro per il Sud Barbara Lezzi che sta dando il massimo supporto in termini tecnici e politici. A tal proposito, il nostro ministro, sarà nuovamente a Palermo già questo venerdì per monitorare e supportare passo passo il lavoro del dipartimento alla programmazione. La politica siciliana però si dia da fare, occorre spendere circa 720 milioni di euro entro la fine dell’anno. Un obiettivo – conclude Sunseri – che data la partenza, sembra ben lontano”.

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.