Confermata la presenza di Lorenzi, sono ben 4 i top 100 al via. Cuevas e Gulbis gli altri nomi di grandissimo richiamo

Nomi altisonanti per la XX edizione del challenger Città di Caltanissetta, dotato di un montepremi da 127.000 euro e che si svolgerà a Villa Amedeo dal nove al diciassette giugno.

Il Trofeo Averna vedrà ai nastri di partenza ben 4 top 100. Nello specifico si tratta di Paolo Lorenzi, Pablo Cuevas, Jiry Vesely e Taro Daniel.

Il tennista senese, vincitore delle ultime due edizioni, cercherà di trovare nuova linfa a Villa Amedeo, dopo una prima parte di annata poco brillante, per via di alcuni problemi fisici. Poche settimane fa però, il Davis man azzurro ha raggiunto i quarti di finale all’Atp 250 di Istanbul, torneo vinto (il primo in carriera) proprio dal giapponese Taro Daniel, numero 80 al mondo, anche lui al via a Caltanissetta.

Di grande richiamo per tutti gli sportivi siciliani, sarà la presenza di Pablo Cuevas, nato a Concordia in Argentina, ma uruguaiano di nazionalità.

Oggi è numero 76, ma nel 2015 è stato al gradino 19, e nella sua prestigiosa carriera vanta 6 titoli del circuito maggiore e 3 finali.

L’ultimo tennista che rientra nei top 100, in base all’entry list diffusa dall’atp martedì 22 maggio, è il mancino ceco Jirj Vesely, 79 del ranking. Poco dopo la top 100, figura il serbo Laslo Djere, 103 al mondo.

Gli occhi degli sportivi nisseni però non potranno non ricadere su un tennista di assoluto valore quale il lettone Ernest Gulbis, un lusso per il circuito challenger, proprio come Cuevas e Lorenzi, quest’ultimo autentico beniamino del pubblico di Villa Amedeo.

Il ventinovenne nativo di Riga è stato addirittura top 10 nel 2014, e alla stessa stregua di Cuevas, annovera nella sua bacheca 6 prove del circuito maggiore, 5 sul veloce e una sulla terra di Nizza.

Per quanto concerne i colori azzurri, oltre a Paolo Lorenzi, al Trofeo Averna (che avrà come main sponsor Banca Intesa Sanpaolo) ci saranno anche Salvatore Caruso, Alessandro Giannessi, finalista nel 2017, Stefano Travaglia e Luca Vanni.

Da tenere d’occhio anche la Next Gen Casper Ruud, norvegese classe 1998. Senza dimenticare il mancino slovacco Martin Klizan 117 al mondo, ma al gradino 24 nel 2015. Per lui 5 titoli in carriera, tra i quali il prestigioso atp 500 di Rotterdam.

Il challenger di Caltanissetta nella settimana che va dall’11 al 17 giugno sarà il torneo su terra rossa più importante al mondo.

Grande merito al comitato organizzatore presieduto da Michele Trobia e Giorgio Giordano per avere lavorato alacremente al fine di regalare ai tantissimi appassionati che anche quest’anno riempiranno le gradinate di Villa Amedeo nomi di assoluto valore.

Ricordiamo che gli stessi organizzatori hanno due wild card da assegnare, mentre le altre due sono appannaggio della federazione.

La finale in programma domenica 17 giugno alle 18, sarà trasmessa in diretta da Supertennis.

Related posts

Loading...
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.