Search

Il CGA respinge il ricorso del Comune di Caltanissetta, Petrantoni e Failla chiedono le dimissione dell’assessore Margherita

CALTANISSETTA – Il CGA respinge il ricorso del Comune di Caltanissetta contro l’ordinanza cautelare del Tribunale Amministrativo Regionale di sospensione della gara ponte per l’affidamento del servizio di igiene urbana.

Dimissioni! Dimissioni immediate per l’assessore Vito Margherita.

Non posso che chiederle a gran voce, perché tutta questa procedura pervicacemente avviata con una superficialità disarmante e con una arroganza inaccettabile non può che avere questo epilogo politico in quanto certifica una conduzione completamente fallimentare.

Procedure illegittime, accanimento giudiziario e dissipazione di risorse pubbliche in difese aleatorie sono azioni ingiustificabili e imperdonabili anche per un giovinetto che non può nascondere l’inesperienza amministrativa con errori di tale portata.

Al costo di un parere legale prima, di circa € 10.000, e del doppio incarico, successivamente assegnato allo stesso avvocato Scuderi e anche all’avvocato Lupo, per un complessivo esborso legale di circa 40.000€, si aggiungano tutti gli oneri relativi alla procedura amministrativa del bando e i costi della commissione esaminatrice.

In attesa delle decisioni che prenderà il TAR riguardo il ricorso presentato dalla ditta IGM sulla aggiudicazione del bando ponte, il Sindaco Ruvolo responsabile tanto quanto il suo assessore prenda una repentina decisione rimuovendo la delega assessoriale a costui che ha palesato gravi incapacità gestionali a scapito delle casse comunali e delle tasche dei cittadini nisseni.

Una procedura sballata, pericolosissima, che da me, dal mio gruppo consiliare di Caltanissetta Protagonista e dal collega Consigliere Failla, fu aspramente criticata a suo tempo; mentre è in corso la gara dei sette anni, sulla quale pesano evidenti forzature interpretative delle direttive del Presidente della Regione, l’amministrazione Ruvolo, colpevole di non aver attuato per tempo il bando già approntato dall’amministrazione precedente, continua a perdere tempo e sperpera denaro pubblico nell’ormai disperato tentativo di buttare fumo per nascondere i propri errori, in un bando ponte catastrofico; i disastri economici saranno presto quantificabili.

Quelli amministrativi certificano ancora una volta l’incompetenza totale nel gestire la “cosa pubblica” di un’amministrazione ormai a totale trazione PD.

Related posts

Leave a Comment

Loading...
Facebook Messenger for Wordpress
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.